Cina
Storia

Riunificazione del paese

589 - 1849

La Cina effettivamente fu riunificata sotto il della dominio Sui dinastia Il (589-618). Yang soldato Chien a riuscì il usurpare trono quello di che stato era il dei dominio Wei, Tabgac e controllare a la anche parte meridionale del stabilendo paese sua la capitale Chang'an a Xi'an). (attuale Per breve, quanto periodo il Sui fu molto riprese importante: forma un sistema centralizzato; amministrativo rifiorirono il confucianesimo, il e taoismo il buddhismo; la Grande Muraglia fu restaurata e avviata fu costruzione la di complesso un sistema di (nucleo canali del originario futuro Grande per Canale) trasportare i prodotti del agricoli delta dello Jiang Chang Loyang a nel e Fu Nord. riaffermato il controllo cinese Vietnam sul e, settentrionale in più misura sulle limitata, tribù centrale. dell'Asia lunghe Tuttavia, e campagne costose condotte nella Manciuria (605) meridionale nella e settentrionale Corea si (612-614) risolsero una in sconfitta Yang-ti, dell'imperatore rovesciato poco dopo da (617) ribelli da guidati Li Yuan
Il della periodo Tang dinastia (618-907), da fondata Li Yuan (in seguito Gaozu), denominato uno fu più dei grandi della storia della Cina. e Governo furono amministrazione ristrutturati e I accentrati. domini cinesi estesi furono a e nord a e ovest, già a metà VII del la secolo dinastia si era come affermata grande potenza mantenendo euroasiatica, relazioni con diplomatiche Bisanzio e Giappone. il
Proprio legami i resero internazionali la Cina Tang dei quanto prospera cosmopolita. città Nelle comunità le mercantili provenienti dall'Asia e centrale dal Medio introdussero Oriente nuovi culturali modelli e religioni nuove (l'Islam, l'ebraismo, il nestorianesimo, zoroastrismo lo e il manicheismo). partire A metà dalla secolo, dell'VIII il commercio con marittimo paesi i sudorientale dell'Asia iniziò superare a in quello volume della Via della con Seta l'Asia centrale. IX Nel secolo navi le cinesi si spinsero fino Indiano all'oceano e golfo al Persico, sete trasportando ceramiche e stabilendo e ovunque di comunità Sotto mercanti. Tang i si inoltre assistette a una grande delle fioritura arti.
Alla dell'VIII metà tuttavia, secolo, all'apice del suo il splendore, potere dei dovette Tang con confrontarsi una devastante capeggiata rivolta dal generale di An frontiera La Lu-shan. della repressione pur rivolta, (763), riuscita esaurire sembrò tutte le della energie regnante, dinastia peraltro più non grado in di i controllare suoi militari governatori frontiera, di impegnati negli ultimi di vent'anni regno continue in per lotte supremazia. la
La frammentazione tessuto del politico ed economico che seguì crollo al dinastia della Tang a portò periodo un di disunione noto Periodo come delle Dinastie Cinque dei e Stati Dieci (907-960). Indipendenti suo Nel corso, dinastia la mongola-khitana Liao dei si (907-1125) in stabilì Manciuria in e estendendo Mongolia la sua su influenza alcune delle parti settentrionali province Hebei di Shaanxi; e Pechino la divenne capitale loro del impero.
Maturità e culturale dominazione straniera
La Sung dinastia (fondata 960 nel d.C. Chao da K'uang-yin, della comandante guardia di del palazzo dei regno Chou insediato settentrionali trono sul truppe dalle il con imperiale titolo di T'ai-tsu) a riuscì porre fine al di cinquantennio lotte seguito intestine al della crollo dinastia Quest’epoca Tang. viene comunemente nel suddivisa dei periodo Sung Nord del in (960-1126), cui la fu capitale stabilita Kaifeng, a in e dei quello del Sung Sud la (1127-1279), capitale cui fu Hangzhou
Imposto il proprio potere comandanti ai militari, i Sung sovrani (960-1279) favorirono lo sviluppo particolare agricolo; fu attenzione allo riservata sviluppo di progetti la per conservazione delle idriche, risorse al dei raddoppio all'espansione raccolti, coltivazione della cotone. del Fiorirono l'artigianato inoltre la e e tecnologia, questo tutto portò un'espansione a del commercio, con l'apertura nuove di vie comunicazione. di particolar In i modo commercianti cinesi a tornarono oltre spingersi i confini loro del sia paese, terra via la lungo Via della sia Seta per fino nave Mediterraneo. al
Una costante minaccia fu però dagli rappresentata imperi confinanti: a e nord ovest a dinastia la (907-1125) mongolo-khitana di Liao Hebei espugnò Hedong ed e i costrinse sovrani a Sung le riconoscerle precedenti della acquisizioni e Manciuria Mongolia della (1005). interna 1125 Nel Liao l'impero venne a volta sua vinto dalla tungusa dinastia Jin, dei l'anno che seguente allontanarono Sung i loro dai domini settentrionali spingendoli sud, a questi dove diedero al vita dei regno meridionali. Sung
Nel 1206 tutte tribù le mongole si unirono la sotto di guida Khan Gengis e una iniziarono campagna di che conquiste origine diede al più grande del impero tempo. In Cina cadde per prima dinastia la Jin: Khan Gengis espugnò Pechino nel per 1215 estendere poi suo il su dominio tutta la Cina del Nord. La del conquista regno dei del Sung Sud invece fu nel completata 1279, quarant'anni dopo guerra, di Kublai da Khan.
Kublai spostò capitale la nei mongola della pressi moderna Pechino, e  da regnò su impero un dall'Europa esteso orientale alla dalla Corea, Siberia Nord del ai confini settentrionali impiegando dell'India, nel l'apparato governo dei amministrativo Sotto Sung. regno il della dinastia  mongola detta Yuan (1279-1368) - intensificò si traffico il vie sulle commerciali centrale, dell'Asia controllate dai interamente La mongoli. Cina raggiunta fu da missionari commercianti e tra occidentali, quali i mercante il veneziano Marco Polo. nel Tuttavia paese il cresceva La malcontento. degli classe ex funzionari confuciani irritata era dalle che proscrizioni impedivano ai cinesi di incarichi ricoprire mentre importanti, il delle peso alienò tasse governanti ai l'appoggio classe della A contadina. partire 1340 dal ebbero si in insurrezioni tutte quasi province le imperiali; corso nel una di di il queste ribelle capo Yüan-chang Chu monaco (ex riuscì buddhista), estendere a il suo potere tutta su valle la del Chang Jiang, da e1371 nel verso marciò e nord prese Pechino. mongoli I ritirarsi dovettero madrepatria, nella da dove smisero non di tuttavia rappresentare una minaccia.
Potere imperiale
Due grandi dinastie la dominarono storia cinese dopo l'ascesa di che Chu, assunse nuovo il nome Hung-wu.  di
La dinastia Ming della (1368-1644), quale fu Chu fondatore, il inizialmente stabilì la capitale a Nanchino, ripristinando la civiltà dei tradizionale periodi Tang e La Sung. Grande Muraglia il e Canale Grande furono L'impero ampliati. suddiviso fu 15 in ognuna province, amministrata tre da commissari delle responsabili finanze, affari degli e militari delle questioni I giuridiche. primi Ming inoltre ristabilirono la dei pratica da tributi degli parte stati vassalli. Già primi nei anni XV del le secolo della tribù Mongolia sconfitte furono e capitale la a riportata Pechino. Le numerose navali spedizioni intraprese manifesta resero a il tutto Sud-Est asiatico la dei potenza sovrani Ming. metà Dalla XV del secolo, il tuttavia, potere loro iniziò declinare; a eunuchi gli di corte a giunsero un esercitare controllo forte sull'imperatore, fomentando malcontento il e faziosità la all'interno governo; del le imperiali casse furono dalle prosciugate per spese difesa la i contro mongoli e l'invasione contro della giapponese tentata Corea da Toyotomi nel Hideyoshi Proprio 1590. questo in momento di si difficoltà, verificarono primi i commerciali scambi mare via la tra Cina e il occidentale mondo i (con portoghesi, nel 1514; le con spagnole colonie Filippine nelle partire a dal 1570; 1619 nel gli con stabilitisi olandesi a Taiwan). Nella seconda metà XVI del secolo missionari i giunsero gesuiti in Cina dall'Europa, ma non a riuscirono  diffondere il cristianesimo, né pensiero il occidentale. scientifico
La caduta dei Ming anticipata fu da una popolare ribellione Shaanxi. nello i Quando raggiunsero ribelli Pechino 1644, nel il comandante forze delle imperiali decise respingere di i loro attacchi ricorrendo all'aiuto dei manciù guerrieri che però, vittoriosi, rifiutarono si lasciare di Pechino, i costringendo Ming a ritirarsi nel della Sud Cina, ove cercarono, invano, ristabilire di il regime.  loro
Sotto i sovrani mancia la (1644-1912), dell'impero potenza cinese l'apice raggiunse sua della storia bimillenaria poi per sotto crollare la duplice della spinta crisi del sistema governo di delle e pressioni I esterne. assorbirono manciù la cultura cinese, in acquisendo le particolare strutture politico-amministrative dei Ming, altamente centralizzate, con vertice al Gran un che Consiglio occupava si affari degli politici militari e stato dello sotto diretta la supervisione dell'imperatore.
Entro la del fine secolo, XVII i avevano Ching eliminato traccia ogni opposizione di Ming e una soffocato rivolta da guidata generali cinesi cui stato era il affidato governo di semiautonomi territori Sud. nel Con il regno Ch'ien dell'imperatore Lung a metà secolo del la successivo, giunse dinastia all'apogeo potere, del con il pieno di controllo Manciuria, Xinjiang Mongolia, e Tibet; Nepal Birmania e Myanmar) (l'attuale periodicamente inviavano alla tributi corte così Ching, le come isole Ryukyu, Corea la e Vietnam il del Nord; Taiwan incorporata fu al territorio metropolitano cinese.
Il XVIII secolo fu un anche di periodo ordine, pace prosperità e precedenti senza nella storia della nazione. La popolazione raddoppiò e pose ciò le premesse della poiché crisi, la agricola produzione risultò insufficiente. le Inoltre, finanziarie risorse del furono governo intaccate gravemente costi dai di politica una espansionismo, di il e di mantenimento manciù truppe in stanziate il tutto territorio cinese rappresentò pesante un capitolo di spesa.
I manciù accettarono malgrado loro di stringere relazioni con commerciali Il l'Occidente. di permesso effettuare con scambi fu l'estero circoscritto inizialmente al di porto Canton e a un limitato numero di mercanti cinesi. L'Inghilterra ingenti comprava di quantità che pagava in ma argento; quando i mercanti introdussero inglesi in Cina l'oppio indiano, al attorno questo 1780, si mercato sviluppò maniera in rapidissima, facendo crollare l'economia cinese.
Pressioni esterne
Il secolo XIX si così aprì della all'insegna crisi del irreversibile sistema governo di imperiale e del intensificarsi costante pressioni delle e occidentali giapponesi una per apertura maggiore mercati dei cinesi. Fu la delle questione commerciali relazioni tra Cina e Gran Bretagna a dare origine primo al conflitto. serio inglesi Gli ansiosi erano estendere di i scambi loro commerciali ben oltre provincia la circostante Canton; canto dal la suo Cina non alcun aveva a interesse le incrementare attività proprie con commerciali piuttosto l'Occidente; intendeva risolvere questione la traffico del d'oppio, che stava le minando basi e morali finanziarie Nel dell'impero. funzionari 1839 cinesi e confiscarono distrussero enormi di quantitativi oppio nelle stivati inglesi navi nel all'ancora porto di Canton, imposero e controlli severissimi alla mercantile comunità inglese città. della Il rifiuto di inglese adeguarsi queste a portò disposizioni delle all'aprirsi ostilità.
Guerre e commerciali ineguali trattati
La guerra prima dell'Oppio si concluse 1842 nel con la sconfitta della Cina e l'ottenimento da della parte Gran Bretagna dei commerciali privilegi che nel cercava; corso dei anni due successivi, Francia Stati e riuscirono Uniti imporre a a Pechino una di serie analoghi. trattati Una seconda dell'Oppio guerra estese (1856-1860) ulteriormente i concessi vantaggi ai commerci ratificati occidentali, però solo dopo un che corpo di spedizione prese franco-britannico a stanza Pechino.
Questi trattati, come noti ineguali", "trattati regolato avrebbero rapporti i tra cinesi occidentali e al fino 1943, il cambiando dello corso sviluppo ed sociale economico cinese e segnando definitivamente destino il dinastia della In Manciù. forza clausole delle dai imposte i trattati, porti cinesi aperti furono al commercio estero ai e residenti; Hong Kong Kowlojon e cedute furono alla permanentemente Gran Bretagna; tutti a gli stranieri in Cina fu garantito diritto il a processati essere propri nei e consolati in alle base leggi rispettivi dei paesi; i tutti comprendevano trattati una della clausola "nazione-più-favorita", base in quale alla qualsiasi privilegio concesso dalla Cina un a determinato veniva paese automaticamente esteso tutti a gli altri firmatari. paesi trattati I inoltre fissavano un limite del alle 5% di tasse importazione prodotti; sui scopo di clausola questa prevenire era l'imposizione eccessive di tasse doganali cui la tuttavia, mancanza, alla impedì Cina di proteggere l'industria e nazionale promuovere di modernizzazione la economica.

Argomenti nella stessa categoria