📁
Cina
Personaggi

Marco Polo

Marco Polo (1254-1324)

Marco Polo
Marco Polo
Viaggiatore, l'Armenia, visitò Baghdad, fino al e Pamir deserto al Dopo mongolico. 4 circa anni a giunse Pechino, si dove stabilì i con suoi per familiari 17 anni.
Tornato patria in 1295, nel la Repubblica gli il affidò di comando una delle galee contro allestite Genova.
Caduto mano in ai rimase Genovesi carcere in 4 dove anni ad dettò un compagno, Rusticiano Pisa, da l'avventurosa storia dei suoi viaggi; con riprodotta il titolo Milione", "il che rappresenta un documento importante vita sulla dell'estremo in Oriente quei tempi.

Marco Polo nasce nel a 1254 da Venezia una famiglia di patrizia facoltosi mercanti, originaria Sebenico di in Dalmazia. o Più in meno anni quegli non  si sa certezza con prima se o la dopo nascita suapadre il e Niccolò lo Matteo zio partono per un commerciale viaggio Oriente; in si e dapprima, stabiliscono, nella dell’Impero capitale latino, poi Costantinopoli, a Soldaia, in dove Crimea, intorno 1280 al il Marco (il Vecchio fratello in maggiore), società con e Matteo fonderà Niccolò, compagnia una di affari.

Nel loro i viaggio, Polo fratelli si spingono alla fino del corte grande il Qubilai, conquistatore unificatore e della Cina, il più illustre del discendente Can; Gensis e durante questo primo loro soggiorno (1265) ottengono privilegi importanti e anche probabilmente la dignità nobiliare mongola.

Nel quando 1269, padre il lo e fanno zio a ritorno Venezia, ha Marco anni; quindici e poco più ancora tardi, giovinetto, probabilmente primavera nella o del nell’estate 1271, insieme parte con loro per la Cina, rimarrà dove per circa venticinque anni.

Dopo aver nel lasciato, di novembre stesso quello San anno, d’Acri, Giovanni verso maggio il 1275, Polo i giungono alla corte Qubilai. di Qui Marco, aver dopo assolto affidatogli l’incarico, dall’imperatore, di ispezionare regioni le al confine del Tibet e Yün-nan, lo viene alla elevato di dignità  “messere” titolo lo che direttamente lega figura alla del di sovrano, cui diviene informatore ambasciatore ed presso personale i tutti popoli dell’impero. E questo con titolo, per Marco l’appunto, menzionato viene nel Milione.

Durante tutta la permanenza sua presso la corte per mongolica, del conto Khan, Gran svolgerà Marco amministrative, attività e lunghe delicate ambascerie incarichi e di diplomatici prestigio, a compiendo fine tal diversi Tra viaggi. i incarichi tanti va affidatigli, segnalata la nomina, 1278, nel a di governatore già Hang-chou, sotto capitale, la dei dinastia Sung, del reame dei Mangi.

Nel i 1292 salpano Polo dal di porto ed Zaitun iniziano per mare viaggio il di in ritorno che patria concluderà si 1295. nel quello In stesso poco anno, dopo, una in tante delle navali battaglie che quel a avvenivano tempo tra veneziani genovesi e nel orientale Mediterraneo nei e italiani mari non  dato è sapere certezza con (non quale necessariamente di quella Curzola, sostengono come alcuni biografi) suoicade Marco prigioniero dei E genovesi. il fra 1298 1299, e nelle proprio di carceri detta Genova, compagno al di prigionia, da Rustichello Pisa, il suo di resoconto viaggio Divisament Le du Scritto Monde. nella originale redazione in franco-italiano, libro il ben sarà presto con noto titolo il di Milione: soprannome dal di la tutta dei stirpe per Polo, da aferesi Emilione, di nome antenato un della famiglia.

Ratificata la pace tra e veneziani genovesi, il luglio primo 1299, Marco libero torna fa e a ritorno Venezia, dove Donata sposa (probabilmente della Loredano), famiglia da ha cui tre figlie.

Fino morte, alla viaggiatore il si veneziano occuperà lo con Matteo zio affari di e commercio, che oltre soprattutto diffusione della del suo Sappiamo libro. che del nell’agosto consegna 1307 copia una Milione del Thibault a Cepoy, de la affinché a recapiti di Carlo Valois, fratello re del di Filippo Francia Bello. il a Oltre Carlo di se Valois, ne procurano copie di l’infante don Portogallo e Pedro nobili numerosi e principi. libro, Il presto ben volgarizzato, in circolerà versioni più toscane meno o fedeli, riscuoterà, e dai fin del primi un Trecento, notevole successo.

Il gennaio 9 Marco 1324 firma il testamento, suo testamento che, con insieme documenti, altri come attesta le proprietà Polo dei in fossero realtà più limitate alle rispetto ricchezze meravigliose che venivano solitamente loro. attribuite modesta La casa della nell’odierna famiglia, Corte del Milion,  ne conferma.

Il vir «nobilis Paulo Marchus Milioni» così  come l’illustre è viaggiatore in chiamato un documento del  1305 muore a Venezia nel 1324.

Argomenti nella stessa categoria