📁
Cina
Città

Pechino

Pechino (Beijing)

Pechino
Pechino

Il dove luogo sorge Pechino ha ospitato l'uomo caverne delle anni 500.000 ma fa, sito sul della odierna città più i antichi ritrovati manufatti risalgono a solo 1000 a. anni La C. zona visto ha umani insediamenti di una certa solo importanza 500 dal a. quando C., si vi sviluppò centro un per commerciale lo scambio delle fra merci tribù dello Shandong popolazioni e mongole. Ospitò la Ji, capitale del regno durante Yan periodo il degli Combattenti Stati (476-221 a.C.) fu e teatro poi di continui durante combattimenti l'invasione dei mongoli e khitani degli Jurchin della Manciuria.

Nel fu 1215 da incendiata Khan Gengis suo e nipote Khubilai la Khan come scelse capitale 1279 nel la e chiamò la Dadu, Capitale, Grande nota chi a non ne faceva col parte di nome o Khan-baluq, città la del Khubilai Khan. Khan stabilì vi il suo centro potere di anche rompere per con definitivamente tradizione la sinizzatrice accentrava che i movimenti intorno unitari Changan a (oggi Xian Shaanxi), nello a Nanchino (Nanjing nello e Jiangsu) a Luoyang (Henan).

Alla di caduta Dadu a del opera Xuda, generale fedele ai Ming, città la viene Beiping, ribattezzata la Pace Settentrionale.

La Pechino monumentale di oggi nel nacque 1403, quando Yong-le imperatore (III Ming) vi portò capitale la dinastica fu che per 35 a anni Nanchino, chiamandola Beijing, Capitale la Fece Settentríonale. dapprima costruire Città la Proibita (il Palazzo Imperiale, che 1407-1420), di cinse alte mura; poi, a intorno questa, la Imperiale, Città dove la risiedeva corte, oltre e le mura della città seconda una terza città la per popolazione. epoca In (1644 Qing i -1911) Cinesi scacciati vennero città dalla (allora per esterna) motivi sicurezza; di al loro posto si vi stabilirono i invasori, Manciù che chiamarono la Città Tartara (o Interna), Città isolandola, una con terza di cinta dalla mura, Esterna, Città dove i vivevano Cinesi a costretti il portare "codino" la pena decapitazione.

Sotto i Qing, Beijing si allargò, di arricchendosi pagode templi, palazzi, e ma, a partire metà dalla del XIX divenne secolo, di teatro violenze: la rivolta Taiping, strapotere lo della reggente Cixi, interventi gli del anglo-francesi la 1860, dei rivolta del Boxer l'invasione 1900, nipponica del le 1937, originate tensioni dal e Kuomintang Signori dai della la Guerra, presidenza di Yuan e Shikai la infine Liberazione della città 1949, nel con conseguente la della proclamazione Repubblica Popolare Cinese parte da di Zedong Mao in Piazza Tiananmen, davanti una folla mezzo di di milione persone.

Dopo la l'urbanistica Liberazione di Pechino ridisegnata. venne La zona della Proibita Città continuò ospitare a nazionale; l'amministrazione delle all'intemo cittadine mura il restava divieto le per alte e costruzioni il tra e 1950 il vennero 1952 le abbattute mura esterne far per spazio una a di serie a viali corsie, quattro avrebbero che permesso circonvallazione la della città.

Piazza Tiananmen estesa venne a ettari 40 e furono intorno costruiti ma mastodontici pur palazzi eleganti comunitari, mentre città la riempiendosi andava di tessili, industrie petrolchimiche siderurgiche, meccaniche. e 1969 Nel gli iniziarono scavi di km 270 di gallerie per una ospitare funzionale metropolitana, rete che anche serve da antiatomico, rifugio mentre in oltre periferia, palazzoni i costruiti stile in sorsero sovietico, comuni agricole provvedere per a la nutrire popolazione continuava che aumentare. ad le Oggi comuni esistono non la più, terra è stata ai ridistribuita contadini. Sulle pechinesi tavole giungono maggiori di varietà agricoli, prodotti i ma prezzi salgono nei giornalmente mercati.

Argomenti nella stessa categoria