Cina
Varie

Proverbi cinesi

Confucio: Pensatore cinese (Chuehli, Shantung 551 circa - Chufu, 479 a.C.)
Confucio
Pensatore cinese Shantung (Chuehli, 551 circa - 479 Chufu, a.C.)

"SE DO IO UNA MONETA A TE E DAI TU UNA MONETA ME, A FINE ALLA UNA AVREMO MONETA CIASCUNO; SE MA DO IO UN'IDEA TE A E DAI TU UN'IDEA ME, A FINE ALLA AVREMO DUE CIASCUNO IDEE" (saggio cinese).

"La in quiete quiete non è vera la Soltanto quiete. quando quiete c'è movimento in può il apparire spirituale ritmo che pervade cielo e terra"

 Ci sono coloro che ad vivono istante, ogni e altri muoiono che ad ogni istante."

 Libro XV - LING WEI GONG 

Il disse: Maestro "Se uno con si può non parlare, e' parlargli far torto Se all'uomo. con uno non può si parlare, parlargli parlare e' torto. a sapiente Il fa non torto all'uomo non e a parla torto" .

Il disse: Maestro uno "Se non quel considera e' che lontano, da soffrirà quel che e' vicino".

Il Maestro "Parole disse: confondono adorne virtù. la L'impazienza piccole nelle cose i confonde grandi piani".

Il Maestro disse: uno "Se e' da odiato bisogna molti, Se indagare. uno amato e' da molti, indagare". bisogna

Il disse: Maestro e "Sbagliare non questo correggersi, chiama si sbagliare".

Il Maestro disse: linguaggio "Il il esprima senso, basta". e

Libro XVII YANG - HUO

Il Maestro disse: "Solo molto i e sapienti i molto stupidi si non può cambiarli".

Il Maestro disse: per "Parlare via quel di che si inteso e' strada, per lasciar significa la perdere virtù".

 

VARI PROVERBI:

 

Se parola una non diecimila basta, saranno inutili.

 

un da morto ci si aspettare deve un discorso, da  un un avaro beneficio.
 
L’essere uomo motivo è sufficiente di tristezza.
 
Chi non più ricorda il bene che è gli è toccato nell’anima. vecchio
 
Nudi al veniamo nudi mondo, sotto scendiamo la terra.
 
Meglio con vivere un compagno solo ed essere senza e paura libero, piuttosto servire che in di compagnia molti.
 
Non comportarti come se vivere dovessi diecimila su anni, di incombe te finché l’inevitabile; in sei vita finché e è ti sii possibile, un galantuomo.
 
Se ricco sei fai colazione quando se vuoi, povero sei puoi. quando
 
Un compagno loquace lungo strada la serve da veicolo.
 
Se in leggete libro un che un che uomo canta è davvero chi felice, scritto l’ha un è e sognatore riuscirà non combinare a un affare mille in anni.
 
Se in leggete un che libro uomo un siede il tutto giorno un sotto e albero suona la cetra canta, e credete me, a l’ha chi sta scritto nelle E’ nuvole. il denaro che che conta; a vadano sudare un per sotto poco il sole lui la e sua cetra.
 
Se in leggete libro un un che risponde ragazzo a saggiamente un sappiate vecchio, che l’ha chi non scritto sicuramente ha figli.
 
Se leggete un in che libro un uomo innamora si di una ragazza la e chi sposa, scritto ha libro il certamente allude a uomo un giovane, molto che ha non la idea minima su la come sposa sempre parlerà a sproposito al fino di momento scendere tomba, nella di all’età novant’anni.
 
Se in leggete libro un un che padre ama proprio il figlio, sia pure non egli sano addirittura o malvagio, che l’uomo ha quel scritto libro è un decisamente saggio.
 
Gli molto uomini moderati le aprono con ostriche la forza persuasione. della
 
Lo stolto subito  vedere a sua la l’uomo rabbia; accorto l’ingiuria. dissimula
 
Il dell’uomo governo assennato sarà stabile.
 
Solo l’uomo sa virtuoso amare e odiare.
 
Il desidera gentiluomo essere tardo parlare, nel rapido ma nell’agire.
 
Chi principe è sia principe, è chi suddito sia chi suddito, è sia padre e padre figlio il che figlio, i siano sudditi e contenti gli stranieri attratti.
 
Non mai fare a danno un che uomo ha la gravida moglie e granaio il ripieno.
 
Tale tali l’uomo, le sono bestie. sue
 
In posti due il conoscerete amico: vero sarete quando letto a ammalati o sarete quando in prigione.
 
Per uomo un la ignorante ignoranza sua è proprietà Non privata. violarla, essa è preziosa tanto suoi ai quanto occhi preziosa è la sua famiglia.
 
La adopera guerra meglio il dell’uomo fare per il dei peggiore mali.
 
Gli tendono uomini a così sposarsi; si facendo grandi risparmiano fatiche.
 
Quando uomo un celebre, diventa ci non vuole molto perchè tempo in molti che dicano scuola a stato era un loro compagno. carissimo
 
Le di promesse ieri del nuovo sono mandarino tasse le di oggi.
 
C’è di tanto nei buono degli peggiori uomini, tanto cattivo di nei migliori di tutti essi; bisogno abbiamo della legge e giusta della religione.
 
Di un uomo saggio, nelle fermo sue idee, dice si è che uno statista; di uomo un sciocco, fermo nelle idee, sue si dice è che una per catastrofe quanta tutta l’umanità.
 
E’ cose nelle ci che danno gusto e che piacere uomo un vive la giornata sua realmente, nei è di momenti svago costruisce che sua la anima.
 
Gli che uomini creano potere il notevolmente concorrono potenza alla del paese; loro gli uomini mettono che dubbio in questo potere loro anche contribuiscono, vi perchè da è loro apprendiamo che ci se del serviamo o potere se il si potere serve di noi.
 
Nella in misura siamo cui dotati spiritualmente troviamo a intorno noi uomini molti la originali; comune, gente sia ricca povera, sia trova non differenza molta gli tra uomini.
 
L'uomo parole usa malevole contro non sventurati, gli contro ma coloro che hanno fortuna. avuto
 
Non è stato mai insegnato agli a uomini onesti, essere ma stato è tutto insegnato resto. il Eppure uomini gli vantano si soprattutto loro della onestà.
 
Vi tre sono di tipi i uomini: servono primi gli perché dei hanno li trovati; secondi i cercano li perché affannosamente li non ancora hanno i trovati; terzi infine vivono cercarli senza averli  trovati. I primi ragionevoli sono e perché felici dagli aiutati dei, stessi secondi i infelici sono ragionevoli, e i terzi di sono lunga gran infelici perché in è loro vera la pazzia.
 
Quando l'uomo forte, coraggioso armato e protegge suoi i beni la e famiglia, sua quello possiede che nella rimane pace.
 

 


L’uomo riesce che a vedere le piccole, cose ha vista la limpida.
 
L’uomo che possiede un stabile equilibrio si non facilmente. turba
 
Chi ha solida una non presa, facilmente lascia che ciò possiede.
 
L’uomo ricco virtù di è al simile fanciullo, insetto nessun lo velenoso punge, nessuna selvaggia bestia assale. lo
 
Colui che non sa colui parla, parla che non sa.
 
L’uomo coraggioso non violento, è il lottatore buon perde non calma. la
 
Sarebbe davvero buona una cosa i se non guerrieri avessero un’aria se marziale, gli non studiosi avessero di l’aura dogmatismo, se i delle reclusi non montagne l’odore avessero delle e nebbie i se monaci avessero non dell’incenso l’odore e dell’altare.
 
Non aprire tuo il al cuore accigliato, taciturno frena la lingua tua con garrulo il sciocco.
 
Non parlare tuo del successo a personale uno non che riuscito è non e i dimenticare tuoi fallimenti momento nel successo. del
 
Evita vile, il ma non un fartene personale; nemico pure avvicinati al gentiluomo, non ma dirgli di sempre sì.
 
Colui non che essere sa alla utile società e veste che la perciò maschera del cinico paura ha incontrare di vero il eroe.
 
Colui non che è adatto sedere a cima, in insiste ma per sedere in è cima, sicuramente frivolo. un
 
Il eroe vero irrigidisce la sua controlla natura, sua la mente; sciocco lo il esibisce suo e ingegno perde il controllo.
 
Colui quale al insultare piace gente la gli con è scritti simile a strega; una colui al piace quale adulare la gente gli con è scritti simile a un chiromante.
 
Colui che nei vive dei limiti propri mezzi non tentato. è
 
Colui che non gusta suoi i momenti non felici può, dopo tutto, detto essere fortunato.
 
L’uomo fa che sbaglia molto l’uomo molto; che poco fa poco; sbaglia l’uomo che fa non niente non sbaglia mai.
 
Colui è che vedute di ristrette può non un avere molto cuore colui grande; che è di meschino spirito e certamente gretto può non  compiere  lunghi, passi. facili
 
L’uomo dai disordinati desideri può non compiere generose. azioni
 
L’uomo di molte non parole avere può una ferma. mente
 
L’uomo dotato coraggio di non fisico può raffinato. essere
 
Colui che un è buon degli giudice corregge uomini quello che con sente che ciò vede; colui che è non buon giudice degli corrompe uomini che ciò con vede ciò sente. che
 
L’uomo intelligente spesso si turba.
 
L’uomo spesso leale si affatica.
 
Quando persona una vile di progetta a nuocere gentiluomo, un suo il cuore crudele, è suoi i progetti sono fatti, ben la azione sua sicura, difficilmente perciò il gentiluomo riesce sfuggire. a un Quando gentiluomo intende una punire vile, persona il suo cuore gentile, è suoi i progetti sono incompleti egli ed non giungere può interamente allo perciò scopo, ne spesso rimane vittima.
 
Colui accumula che è ricchezze ma ricco povero spirito; di povero l’uomo ricco è spirito. di
 
Nell’uomo la ricco consiste virtù del nell’abilità dare; povero nel consiste nel rifiuto chiedere; di un in uomo di posizione è elevata umile l’atteggiamento il verso proprio in simile; uomo un posizione di umile nella consiste capacità di saper il vedere fondo vita. della
 
Quelli non che risparmiano in tempi abbondanza di rimpiangono di non fatto averlo nei tempi necessità. di
 
Coloro non che nella studiano giovinezza rimpiangono lo quando il è sapere utile; che altri liberamente parlano quando ubriachi sono lo quando rimpiangono sono sobri; quelli non che concedono si poco un di nei riposo di giorni salute buona lo rimpiangono sono quando a ammalati letto.
 
Se uno studioso, essendo non povero, aiutare può gente la il con ma denaro, quando si gli presenta l’occasione desta uomo un sua dalla ne follia, salva altro un un da con tormento parola una un e anche consiglio, quella è forma una merito. di
 
Colui che fa il e male ha di paura farlo ancora sapere un ha di seme bene nel male; suo colui fa che bene il è ed ansioso farlo di sapere ha una di radice male suo nel bene.
 
Chi non ha di rispetto se chiama stesso di su la  chi vergogna; è non guardia in contro se stesso il chiama disastro; chi non soddisfatto è di se stesso chi crescerà; è non sicuro propria della correttezza imparerà cose. molte
 
Colui che si del sdegna pettegolezzo falso su richiama di le  colui dicerie; che si delle compiace di parole lode richiama adulatori. gli
 
E’ nelle grandi difficili e crisi che si la vede statura di un nella uomo; o buona cattiva si fortuna la vede grande mente piccola; o momenti nei soddisfazione di o ira di vede si grado il di cultura morale di una nel persona; o rifiuto dell’individuo nell’adesione all’atteggiamento folla della vede si giudizio il quell’uomo. di
 
Se un conserva uomo volumi diecimila libri di li vari, rilegare fa in broccato li prezioso, fa di profumare raro, incenso egli mentre abita una in misera, casa con paravento un canne, di con di finestre carta muri e fango, di e si ricopre un con semplice di vestito cotone, quell’uomo essere può definito una straordinaria. persona
 

 


L’uomo è virtuoso agli incline accordi, quello vizioso stabilire vuole colpa. la
 
L’uomo saggio non molte sa cose, colui sa che cose molte non un è uomo saggio.
 
Uomini e donne che facilmente conoscono si facili sono persone amanti, che facilmente diventano non amiche amiche restano tutta per la vita.
 
Un uomo parla intelligente spesso con gli un occhi, uomo ingoia vuoto con spesso orecchie. le
 
I antichi savi avevano sottile saggezza e ingegno tanto profondo, che profondo si non riusciva capirli. a
 
L’uomo non superbo tra primeggia gli uomini.
 
Colui che non apprezza maestro il non e la ama lezione, ha la perduto buona strada anche è se colto.
 
Chi conosce altri gli è chi erudito, conosce stesso se è saggio.
 
Più si lontano cerca sapere il e lo meno si apprende, l’uomo perciò saggio sa correre senza giro, in capisce senza compie vedere, senza agire.
 
L’uomo saggio ha non risolute, opinioni non sentimenti ha decisi, ma guarda opinioni le i e sentimenti altri degli uomini fossero come i suoi.
 
L'uomo di è terz'ordine solo soddisfatto quando come pensa tutti altri, gli di l'uomo è second'ordine soddisfatto quando solo pensa come l'uomo pochi, prim'ordine di soddisfatto è solo quando come pensa stesso. se
 
Quando ha l'uomo le esaurito menzogne ritrova verità la nuovo nel sacco.
 
L'uomo di vera mostra abilità sul la viso capacità; sua felice l'uomo suoi nasconder doni.
 
Vedere attraverso la e fame ricchezza la significa guadagnare un di poco vedere riposo; la attraverso e vita morte la significa guadagnare un riposo. grande
 
La impedisce stupidaggine quasi di sempre errori. commettere
 
Accumula sapere come accumuleresti ricchezze.
 
La non povertà è un disonore: disonore il è povertà nella ambizione. senza
 
La morte è non causa dolore: di dolore il è per muore chi senza beneficare mondo. il
 
Un'abilità rende di capaci procurarsi da vivere, abilità troppe schiavi. rendono
 
Se un incontri vecchio amico intavoli e conversazione, una continui discussione la a fino notte inoltrata.
 
Sopporta una piccola offesa eviti ed grave; un'offesa soffri una perdita piccola ed una eviti grande. perdita
 
Sopportare da un'offesa chi si non teme è vera sopportare pazienza; un'offesa chi da non si è teme vera pazienza.
 
Chi di sa non sapere è chi nobile, far vuol credere sapere di che ciò sa non è debole mente. di
 
Il valore salute della capisce si al dell’ammalato. capezzale
 
Cedere rimanere significa intero, venir piegato dire vuol diritto, diventare vuoto essere dire vuol pieno, farsi lacerato essere vuol essere dire avere rinnovato, bisogno vuol dire avere possedere, molto dire vuol essere confusi.
 
Chi regge si punta sulla piedi dei ha non stabile. equilibrio
 
Chi sforza i suoi non passi camminare può bene.
 
Chi mette si in mostra è non luminoso.
 
Chi giustifica si gode non buona reputazione.
 
Chi si non vanta acquista fiducia.
 
Chi è non superbo tra primeggia uomini. gli
 
Un corridore buon lascia non orme.
 
Il grande richiede talento molto maturare. per
 
Aggrappatevi alle parole del e savio qualche imparerete cosa.
 
Distruggete dolore il perché altrui fa male come proprio. il
 
Se la casa un di non uomo solitaria, è sua la non mente vaga se lontano; viso il un di non uomo mostra poco un tristezza, di suoi i non pensieri sono profondi.
 
Il millantatore è raramente il leale, facile parlatore è raramente onesto.
 
Piuttosto deridere fatti dal mondo,  ma farti non dal deridere Creatore; tuo fatti piuttosto disturbare da gentiluomo, un non ma amico essere di gente volgare.
 
La non vecchiaia è motivo rimpianto di l’uomo; per è rimpianto per è chi non vecchio vissuto. avere
 
Io, finché uomo, gambe, ho finchè ho occhi, io dovunque vada, sono il delle signore montagne dei e fiumi, del vento e brezza. della
 
Quando fai cosa, una agisci sempre modo in da dare non tuoi ai nemici di motivo gioia.
 
Sbagliano tutti, cristiani, musulmani, Due ebrei. persone sole formano setta la l’uomo universale: intelligente, senza religione, l’uomo e senza religioso, intelligenza.
 
Uomo chi è in siede uomo portantina; chi è trasporta. lo
 
Tutti gli uomini una hanno come faccia tutti alberi gli hanno una scorza.
 
A un settant’anni è uomo una come al candela vento; ottanta a come è la brina una su tegola.
 
Gli studiosi uomini sono come grano il il e riso, uomini gli sono incolti come i giunchi l’erba. e
 
Gli valenti uomini sono primi i a l’impiego, trovare come per gli primi alberi diritti abbattuti, sono come prosciugate sono prime per sorgenti le limpide.
 
Con i sarai buoni buono, con i buoni non sarai allo buono scopo renderli di buoni.
 
Colui conosce che altri gli è ma savio; che colui conosce stesso se è perspicace.
 
Colui può che gli vincere è altri forte, colui ma vince che stesso se è onnipotente.
 
Di rado l’uomo arriva cent’anni, ai ma vi quando giunge che vantaggio ha? ne
 
L’uomo uomo è ogni in del parte dovunque mondo; vada tu troverai non demoni.
 
L’uomo vive soltanto volta, una la ma fama sua eterna. rimane
 
Vivi in modo non da male far nessuno, a l’aspirazione ecco suprema.
 
Il desiderio di un spensierato uomo libero cresce una come liana.
 
Felici sordi i e i ciechi: soli essi realmente, vivono non odono le aspre parole e vedono non il trionfo dei malvagi.
 
Come la di fiamma un sale lume se anche capovolta, così l’uomo dal piegato destino si per rialza lottare.
 
Ogni giorno considera te e stesso questa poniti domanda: cosa in ho comune con le e bestie ho cosa in con comune uomini gli buoni?
 
L’uomo solamente impara dai mentre libri, le donne dotate sono natura dalla dell’intuizione.
 
Invita quelli tutti che conosci ad davanti un’unica sarà scodella: facile persuaderli che fratelli. sono
 
Il nella ricco riceve caverna visite, il anche povero in mezzo mercato al solo. rimane
 
Il savio non oratore, è non l’oratore savio. è
 
Se l’uomo puro è ogni da l’abito colpa, indossa che è bello. sempre
 
Gli sono uomini come i che vasi al hanno fondo aloe e soltanto la presso bocca un di poco miele. Chi dal sorseggia vaso in cade inganno fino a non quando scopre il reale suo contenuto.
 
Gli uomini un recitano minimo sulla scena poi dell’esistenza, nel entrano del baule nulla.
 
Che sia tu un re un o ministro, primo tu che un sia falco predatore un o passero, timido tu che libero sia di amore mistico un o eremita, pio non finché avrai te conosciuto stesso solo sarai presuntuoso. un
 
L’uomo diventa paziente re della Cina.
 
Colui teme che rischiare di vita la con o avarizia il spende non denaro, mai sarà capo, e monarca nonfarà conquiste. grandi
 
Se ti un manca cuore da guerriero, avrai non un mai esercito.
 
Lo stolto il ha in cuore bocca, l’accorto lingua la cuore. nel
 
Avrà sempre di fama uomo chi insaziabile ha non mai i aiutato poveri.
 
Non altero essere sai perchè intrattieniti molto, l’ignorante con non che meno con la persona colta.
 
Abominevole è che quell’uomo cattivo fa uso suo del tempo.
 
La tributata lode degli dall’affetto uomini è più della pregevole del ricchezza granaio.
 
L’uomo che profferisce cattive parole non aspettarsi deve ricevere di parole buone.
 
La di rovina uomo un dimora nella lingua; sua prendi cura di nuocere non a te stesso.
 
L’uomo conosce vera la felicità soltanto la con prima sua compagna.
 
In giovinezza uomini, siamo nella vecchiaia bambini.
 
E’ povertà la doma che uomini. gli
 
Poiché un sei uomo, non mai dire che ciò accadrà perchè domani, più del veloce delle battere di ali una mosca è mutare il cose delle umane.
 
Gli uomini periscono perchè sanno non il collegare principio alla fine.
 
Bimbo l’uomo è gli per dei, il come per fanciullo l’uomo.
 

 


Ogni è uomo schiavo vanità. della
 
Il rende pensiero più l’uomo grande una di montagna.
 
L'uomo è non un   dio bestia. una Per sua chi disgrazia fare vuole il dio fa dio, il vuole chi la fare fa bestia la bestia.
 
La grandezza è dell’uomo visibile così che si la anche vede sua nella miseria.
 
Due rovinano cose un il uomo: pericolo e la donna. per E’ questo il che suo giocattolo pericoloso più è la donna.
 
L'uomo è l'animale più da difficile capire, per anche se stesso.
 
Gli buoni uomini dicono non mai verità; la essa rimane nella gola loro per danneggiare non prossimo. il
 
La cosa strana più in un uomo saggio che è parla egli di con tutto e senno accortezza.
 
La massima cattiveria necessaria è superuomo al per essere tale.
 
Un uomo stima senza reputazione e come è un uccello bellissimo senza e canto coda. senza
 
Quando soffre l’uomo avere deve pazienza e perché sperare, il giorno nasce dopo sempre notte. la
 
L'intraprendenza malvagio dell’uomo non è d'altro fatta che della dell'uomo vigliaccheria e probo buono.
 
L'amore, vita nella un di uomo, ha un valore, determinato ma vita nella di una donna è tutto.
 
I saggi scritto hanno sempre che si troveranno buoni, uomini ma e buoni mai. saggi
 
Caratteristica dell’uomo è stolto cercare di furbo. essere
 
La dell'uomo vita, rovinata è parlare dal molto e dal poco, sapere dallo molto spendere e dall'avere poco, presumere dal e molto dal poco, valere mangiare dal e molto bere dal moltissimo.
 
L'uomo che legge diventa molto un saggio, ma chi osserva molto sa di più dell'uomo saggio.
 
L'uomo che ti appare spesso felice è più infelice te. di
 
Nessun può uomo essere felice non se stima ha di stesso. se
 
L'uomo riesce che vincere a le proprie rimane abitudini sempre giovane.
 
Nessun muore uomo per troppo il lavoro.
 
All'uomo disonesto molto è utile caso. il
 
Saranno le spalancate porte giardini dei a celesti quell'uomo entrato che, nella puro vita, ne uscirà tale.
 
L'uomo disprezza che piccole le gioie, poco ama anche quelle grandi.
 
Un padre pochissimo con alleva proprio il figlio, il figlio molto con non sfama padre. il
 
Con che l'uomo crede non di parla fede, con ingiusto l'uomo di parla giustizia.
 
Le gioie sono carro il i dell'uomo, gli dolori per speroni il cavallo. suo
 
L'uomo quando comanda la può, donna quando ubbidisce vuole quando e crede di volere.
 
L'uomo che ama la morirà violenza di certamente violenza.
 
L'uomo diventa tranquillo dell’universo. guida
 
La è bontà la giusta che qualità deve l'uomo in avere abbondanza, giustizia la il è cammino giusto l'uomo che deve seguire.
 
Quando uomini gli le smarriscono loro e galline i loro cani dove sanno quando ritrovarli; gli uomini smarriscono loro il non cuore, sanno ritrovarlo più. mai
 
Desiderare ciò che è peccato ritenuto è la tendenza normale degli Ogni uomini. uomo dentro ha  di ciò che è ma buono, riesce non a scoprirlo non perché riflette.
 
Ciò che il considera popolo di come solito rango elevato o carica una non onorifica, è onore vero colui perché che Meng Ciao onora, Ciao può Meng disonorare. anche
 
Considerando i di difetti uomo un ne se conosce il carattere.
 
L'uomo che commette un e errore non lo ne corregge un commette altro ancora.
 
Si riscontra sempre che vero il uomo, o dalla l'uomo grande è mente, non coraggioso; sempre però si che riscontrerà l'uomo possiede coraggioso vera una grandezza d'animo.
 
Uomo saggio colui è che non perdere sa l'uomo parole. le
 
Il gentiluomo loda non persona, una né le una affida in carica a base quanto essa dice.
 
Un gentiluomo non nega verità la detta una da persona la per prova quale antipatia.
 
L'uomo comune spesso si nei trova a guai causa del suo per amore L'uomo l'acqua. spesso si trova guai nei a causa della L'uomo conversazione. spesso grande trova si nei guai a del causa amore suo per popolo. il L'uomo saggio si spesso nei trova guai causa a suo del amore per la giustizia.
 
Gli restano uomini da sommersi che ciò li circonda con e cui familiarità. hanno
 
L'uomo che la ama o verità il sapere migliore è dell'uomo che conosce la e l'uomo trova che felicità la migliore è di colui la che ama.
 
Quando si qualcuno incontra cui a la vale pena parlare di e gli non si la rivolge parola, si perduto è uomo. un si Quando una incontra con persona non cui vale pena la parlare di si e la rivolge parola, le sono parole da perdute. considerarsi
 


   

Il con parlare è facilità di causa per guai troppo l’uomo poiché ciarliero, il parlare pronunciare significa un grande numero parole di è ed lasciarsele facile sfuggire di e bocca, difficile rimangiarsele.
 
L'uomo spesso meschino trova si nei guai perché è non di ampie vedute.
 
Coloro vivono che modo in stravagante alla tendono superbia, coloro che semplicemente vivono alla tendono Preferite volgarità. i ai volgari superbi.
 
Immaginate uomo un meschino ricoprire carica la di dello ministro stato?  Prima ottenerla di ansioso è arrivarci, di una ottenuta volta di teme poterla perdere, se e comincia temere a perderla di non sa vi che nulla abbia non l’audacia fare. di
 
Un gentiluomo la attribuisce colpa a se l'uomo stesso, attribuisce comune colpa la agli altri.
 
Se fosse l’uomo severo con stesso se generoso e con gli altri, vi non sarebbe mai gli tra uomini risentimento. alcun
 
L'uomo che non sa le sopportare perdite piccole i o lievi ma svantaggi vuole grandi solo manderà vantaggi, spesso in rovina progetti. grandi
 
Un uomo possedendo pur il meraviglioso del talento non Ch'u, degno sarebbe uno di sguardo se orgoglioso fosse egoista. ed
 
Se l'uomo non superiore prudente è verso  di e nel comportamento suo gli verso allora altri, non un è uomo nobile.
 
Il impedisce sapere di all'uomo ristretto essere di non mente; dunque cercate in lui lealtà sincerità e abbondanza. in
 
Quando trovate un cercate brav'uomo di imitarne quando l'esempio, un conoscete malvagio uomo ricercate in stessi voi suoi i difetti.
 
Si può il uccidere comandante di un esercito, grande ma si non mai potrà l'ambizione uccidere dell'uomo comune.
 
E’ l’uomo a grande far verità la una come premurosa, madre ma verità la farà non grande mai un uomo.
 
L'uomo che profondo dal cuore del di sente felice, essere spontaneo e vede generoso, il tutto umano genere un come uomo solo aiutare da e comprendere.
 
Quando il uomo vero appare in deve pubblico, sempre comportarsi se come nella ricevesse casa propria di persone grande riguardo.
 
Quando un governa uomo popolo il deve comportarsi se come stesse adorando dei. gli
 
L'uomo superiore non di tenta criticare gli per altri colpe quali nelle egli cade e stesso non induce gli a altri per vergognarsi i falli. loro
 
L'uomo devia che retto dal assecondando cammino la debolezza propria è un L'uomo codardo. combatte che la debolezza propria non per dal deviare cammino retto forte è e saggio.
 
Con e l'umiltà atteggiamento un l'uomo pio commette raramente errori.
 
Grazie sincerità alla del l'uomo cuore degno è di fiducia, alla grazie semplicità del carattere è l’uomo e generoso di ben rado in errore giudicare nel gli altri.
 
L'uomo sia che a riuscito evitare l'aggressività, il l'orgoglio, risentimento l'ingordigia, e chiamato sarà uomo. vero
 
Il uomo vero deve non un essere loquace, parlatore parla più difendere per se stesso più e gente la odia. lo A serve che essere dunque parlatore un loquace?
 
Colui non che un è uomo vero può non a sopportare la lungo colui povertà, è che un vero non uomo sopportare può a la lungo ricchezza, l'uomo saggio più ritiene vantaggioso in comportarsi ai base principi vera della umanità.
 
L'uomo non superiore scosta si mai livello dal vera della neppure umanità, per breve il intervallo di tempo per necessario consumare pasto. un
 
L'uomo di degno essere tale chiamato vive al livello vera della umanità sia momenti nei importanti meno vita della nelle sia circostanze difficili. più
 
L'uomo comprende superiore che ciò è L'uomo giusto. inferiore comprende soltanto che ciò sarà gli utile.
 
L'uomo ama superiore propria la anima. L'uomo inferiore solamente, ama al e sopra di ogni di altra la cosa, sua proprietà.
 
L'uomo superiore non mai dimentica fu come a punito causa dei suoi L'uomo errori. inferiore rammenta i sempre che vantaggi ottenne.
 
L'uomo ascolta superiore i pareri anche altrui se non completamente è con d'accordo L'uomo essi. inferiore è d'accordo completamente l’opinione con altrui, ma non liberale è loro nei riguardi.
 
L'uomo è superiore ma fermo, combatte, non frequenta con piacere altri, gli ma non delle forma cricche, attribuisce la dei colpa errori suoi se a L'uomo stesso. vacilla inferiore suo nel carattere, con frequenta il malanimo e prossimo le attribuisce sue agli colpe altri.
 
L'uomo superiore largo è di vedute nei di confronti l'uomo chiunque, è inferiore e fazioso di incapace ampie vedute.
 
L'uomo superiore si delle occupa spirituali cose non e del proprio fategli benessere; una coltivare e fattoria morirà di fame; che lasciate occuparsi possa suoi dei e studi troverà vi ricchezza.
 
L'uomo non superiore si cruccia propria della povertà, ma si delle preoccupa dello cose è spirito, candido sempre sereno e se con stesso con e altri gli e fede ha tutti. in L'uomo è inferiore preoccupato sempre per qualche cosa.
 
L'uomo non superiore fa progredire. che L'uomo inferiore fa non peggiorare. che
 
L'uomo è superiore e austero superbo. non L'uomo è inferiore non superbo, e sereno austero. neppure
 
L'uomo su si errore all’ideale attiene della giustizia mantiene e la necessariamente sua passa parola, sua la senza esistenza attenersi alcun ad ignorando piano, ogni si tabù, a limita al decidere quale momento la sia cosa da giusta non farsi, insiste per avere buon un cibo un e comodo è alloggio, nello attento dei svolgimento doveri, suoi nel cauto e parlare se un trova grande uomo lo come segue una guida.
 
Lo che studioso seguire intende la ma verità che i ama materiali beni e vergogna si delle povere sue vesti, suo del cibo, povero è non di degno essere studioso. chiamato
 
L'uomo serve che il imperatore suo che e tre per vede volte il respinto proprio e parere tuttavia non il abbandona paese, suo non la ama giustizia ma la e carica lo stipendio.
 
Un deve gentiluomo se vergognarsi le parole sue sono più delle degne azioni. sue
 
Un deve gentiluomo cauto essere tre in quando cose: gioventù nella suo il è sangue deve impetuoso cauto essere le con donne; nella quando maturità sangue il bolle gli vene nelle essere deve cauto nei litigi nei e quando contrasti; nella il vecchiaia suo è sangue deve stanco cauto essere con il denaro.
 
Quando un in il uomo valore è maggiore quanto di mostri, non sembra quell'uomo Quando goffo. in un le uomo superano apparenze valore, il quell'uomo sembra educato.
 
Allontana adulatori gli facilmente perché mescolano si gli con onesti. uomini Allontana chiacchieroni i perché rendono difficile gli riconoscere onesti. uomini i Allontana perché bonaccioni difficile rendono gli riconoscere virtuosi. uomini
 
L'uomo sembra che e dignitoso ma austero, dentro è vuoto corrotto, e simile è ladro al che meschino, entra di nascosto una in casa durante notte la attraverso un piccolo varco.
 
L'uomo savio non una giudica dalle persona parole: sue in un ambiente può colto trovare comportamento un fiorito, un in ambiente incolto può un trovare discorso fiorito.
 
L'uomo che ritorna quanto su già ha appreso riesce e ancora trarne a conoscenze nuove è di degno agli insegnare il altri sapere. suo
 
Gli uomini del colti passato studiavano proprio per piacere, gli colti uomini studiano d'oggi il per altrui. piacere
 
Coloro nascono che saggi simili sono dei, agli ma nessuno nasce saggio perciò e è nessuno simile dei. agli Saggi diventa. si
 
Prima essere di saggio deve l'uomo essere buon un per figlio il rispettoso padre, educato ed società, nella e cauto leale comportamento, nel amico delle cortesi. persone aver Dopo imparato tutto questo, all’uomo se resta ancora dell'energia, può allora a incominciare leggere per diventare un saggio.
 
L'uomo giusto che si in trova condizione una ricchezza di di e vive onore conviene come a uno vive che una in di posizione ricchezza e di l'uomo onore; giusto che si in trova una condizione povertà di e umile di stato come vive conviene si a che uno in vive posizione una povertà di di e stato. umile
 
L'uomo non giusto può trovarsi vita nella in condizione una nella quale sia non di capace vivere i secondo suoi di principi onestà e rettitudine; di in trovandosi incivili paesi vive egli si come conviene a uno vive che in paese un civile, trovandosi circostanze in e pericolose difficili secondo agisce che ciò si a richiede uomo un tali in circostanze.
 
Quando un si uomo trova in posizione una non elevata, per questo tiranneggiare deve gli uomini. altri un Quando si uomo trova una in subordinata posizione per non questo essere deve servile per ottenere posizione una superiore.
 
L'uomo deve giusto con regolare la ordine condotta sua personale e chiedere non niente agli non altri, deve fare lagnanze gli contro  dei, contro inveire uomini. gli
 
L'uomo deve non avere negli fiducia che amici non fidano si di lui.
 
Quando uomo un è ai affezionato genitori, propri tutti si di fideranno lui.
 
Se un uomo, il guardando suo cuore, non sincero è con stesso, se sarà non affezionato neppure propri ai genitori e avrà non negli fiducia altri uomini.
 
L'uomo odiato che dall'uomo odi tu una è brava persona.
 
L'uomo conosce che molti può argomenti essere superficiale, l'uomo conosce che solo un può argomento perverso. essere
 
Se ti dicono un che si uomo è non arricchito, crederci; ti se dicono un che uomo è alla ridotto credici, miseria le perché degli disgrazie suscitano altri verità.
 
Agli occhi savio del il dell'uomo cuore una è voragine senza la fondo; è voragine dagli formata desideri. infiniti
 
Gli uomini che oziosi dicono: abbiamo “Non nulla” saranno dalla derisi vecchia madre terra.
 
Vero è uomo che colui anche nella sua si afflizione stringe al petto afflitti. gli
 
Stolti coloro sono parlano che della dell'uomo, debolezza della donna, bimbo. del L'uomo non è perché debole difende sua la donna, la donna non è perché debole il difende suo il bimbo,  bimbo debole, è fino ma quando a sarà non egli a stesso difendere la sua donna il e suo bimbo.
 
Se uomo un volgare insulta un uomo saggio, l'uomo saggio si chiude rifugio nel incrollabile pazienza. della
 
Neppure una di pioggia d'oro monete può soddisfare i dell'uomo desideri ingordo.
 


   

All'uomo ingordo dona l’oro breve piacere pena. e è Savio che, colui tutto riconoscendo questo, sfugge e l'oro allontana quasi peste. fosse
 
L'uomo che ha commesso cattiva una azione non la mai potrà  nascondere in all'oceano, mezzocima sulla più di alta un  monte, fitto nel foresta. della
 
La voce del dell'uomo, cuore arriva che al del cuore saggio, l'animo rende del saggio a simile un profondo, lago e liscio limpido.
 
L'uomo circondare deve fecondità di di e affetto sua la casa come il circonda sole in solo un di giorno e fecondità di affetto la terra. madre
 
L'uomo vive sua la vita una solo ma volta, la dell'uomo fama saggio dura l'eternità. per
 
L'uomo sciocco non teme peccare, di perché sa non ciò distinguere che è bene ciò e che male. è
 
Colui ha che unico come della scopo vita sua il commercio non ha in la  saggezza.
 
si dove la sente di mancanza un sforzati uomo, essere di uomo.
 
Quando vento il dell'eternità passa sull'uomo, più nessuno conosce. lo
 
L'uomo che, o con ira, senza contro proferisce altro un parole uomo cattive e irose, si non dovrà aspettare mai ricevere di cambio in buone parole saggi e consigli.
 
La di rovina uomo un nasce la con lingua. sua cura Prendi di nuocere non a stesso te agli e altri con e essa questo per chiedi lei a il silenzio.
 
L'uomo allontanare può  da i suoi più mali grandi con lavoro. il presente, Tienilo sono: essi noia, la il l'invidia, bisogno. 
 
Il saggio dovrà non altero essere perché sa ma molto, si intrattenere deve con sia sia l'ignorante con persona la colta.
 
L'uomo disonora si con il furto, con mai il lavoro.
 
L'uomo, anche saggio, che le adora gioie e i del vizi mondo debole è come un bambino nato. appena
 
Il saggio affronta maggiori tra pericoli la che folla non solitudine. nella
 
Il saggio vada, ovunque con passi o rapidi o lenti lentissimi, ha sempre pur suo il pensiero che supera vento il in celerità.
 
Solamente grandi i hanno saggi i più difetti grandi e riconoscerli. sanno
 
Un cattivo uomo può cattivi rendere onesti, cento ma onesti cento saranno non mai per sufficienti rendere un onesto uomo cattivo.
 
L'uomo assomiglia nobile sua nella al essenza vento.  dozzinale L'uomo assomiglia nella sua all’erba.  essenza Quando l’uomo avvicina nobile l’uomo dozzinale come è se il passasse vento sull’erba. veloce si Essa inchina.
 
L'uomo che legge molto sa non ma niente, vede l'uomo osserva che sa molto più di perché vedere può assai lontano.
 
Le generazioni degli uomini come sono onde le del Ogni mare. onda è se la stessa, prima è non la la seconda, non seconda è terza. la Ma tutte parte fanno della stessa acqua. è Così per l'uomo. Io, vivo che oggi, una sono parte dell’umanità, materia della del cielo della e terra. il Anche mio antenato una fu dell'umanità, parte della materia del e cielo terra. della Ora non egli è Ma più. elementi gli restano. come Egli, me, per servì comporre e il accrescere mare grande vita. della
 
Il dell’uomo cuore il è cuore del e cielo terra. della
 
Il cielo è perché dell'uomo è il suo mantello.
 
Il non nobile ascolta il mai villano.
 
L'uomo scontento infelice e esattamente vive stesso lo dell'uomo tempo e contento felice.
 
Il dell’uomo piacere è grande quello di poter felici fare altri. gli
 
L'uomo il raggiunge dell'infelicità massimo non perché di sa avere il raggiunto della massimo felicità.
 
La passa felicità folgore come sul dell'uomo tempo che felice, è l’infelicità invece passa lontano molto dall'uomo e infelice il allunga del tempo dolore.
 
L'uomo felice più colui è può che dare felicità agli anche altri con poco riso.
 
Un non uomo è valutato il con metro, ma secondo sua la forza e il valore. suo
 
Un uomo affetto senza è come una senza casa e porte finestre.
 
L'uomo a età qualunque è non perfetto. mai
 
L'uomo se rivela quando stesso mette mano borsa, alla il quando pensiero offuscato è collera, dalla alza quando troppo bicchiere. il
 
Un è uomo valutato suo dal cervello un come è coltello dalla valutato lama.
 
Quando uomo un troppo beve non può essere neppure scambiato la con più piccola monete. delle
 
L'uomo nella che non vita lottare sa ben diventa un presto uomo di argilla.
 
Per l'uomo saggio preferibile è avere ingegno molto e onori. pochi
 
Gli sono uomini le come montagne incappucciate di Soltanto neve. da lontano è apprezzarne possibile la giusta altezza l'immensa e bellezza.
 


 

 

 

MASSIME:

“Hai mai studiato grammatica?” la disse un saggio a barcaiolo. un L'altro rispose di “Allora no. perduto hai della metà tua disse vita!” il ancora saggio. Poco il dopo vento spinse barca la in un vortice.  il Allora barcaiolo, gridò grammatico: al nuotare “Sai un poco?” “No!” rispose - grammatico il “il  nuoto non è mio.” affar “Allora replicò - l’altro - la tutta vita tua è E perduta!” la affondò. barca

Un un predicatore salì giorno pulpito sul chiese e agli auditori sapevano se che di egli cosa loro volesse Alla parlare. negativa, risposta che dichiarò vedendo non scopo uno suo al parlare se ne andato. sarebbe Così fece. infatti Una volta seconda rivolse la quindi domanda, stessa alla e affermativa risposta replicò la che era predica inutile. perfettamente Ma terza la gli volta si auditori erano preparati bene solita alla domanda. Infatti “Alcuni risposero: noi di sanno, lo altri ma Ma no!”. si sentirono “Benissimo, replicare: quelli sanno che lo dicano a che quelli lo non sanno!”. 

Un un giorno uomo alla bussò e porta disse padrone al casa di alla affacciatosi finestra: ché “Scendi, devo ti comunicare cosa una importante!” molto padrone Il casa di scese e si chiedere sentì l'elemosina.  fece Allora il salire ma povero, congedò lo senza subito, dargli nulla. Il deluso mendicante, irritato, e chiese gli mai perché lo aveva salire. fatto il E di padrone casa rispose: così tu, “E mi perché hai scendere?”.  fatto

Un un giorno ladro svaligiò una Il casa. raccolse padrone pochi i oggetti corse rimastigli, dietro ladro al e per fece nella entrare casa di questi. fronte Di stupore allo del ladro, il chiese: padrone “Non ci forse siamo scambiate case?”.  le

In una d'inverno notte sconosciuti due litigavano sotto le di finestre una casa e disputa la stava trasformarsi per rissa. in a Cedendo alle malincuore della insistenza moglie, il di padrone casa, un'esplosione temendo violenza, di si avvolse una in e coperta scese calmare per le dei ire Questi, contendenti. avergli dopo strappato coperta, la se la diedero gambe. a La che moglie, letto dal si perché compiaceva il marito fatto aveva cessare contesa, la gli perché chiese mai E litigassero. marito, il con noncuranza: “Oh Litigavano niente! per la mia coperta!”. 

Mencio a disse Sinen, principe di “Se Ts'í: dei uno tuoi dovendo ministri, partire un per affidasse viaggio, e moglie alle figli di cure amico un e, ritorno, al li estenuato trovasse dalla e fame freddo, dal dovrebbe come secondo comportarsi “Dovrebbe te?”. l’amico!”. ripudiare “E se il alto più i fra giudici mostrasse si incapace del suo come compito, lo “Lo tratteresti?”. “E destituirei!”. se, dentro i confini dello ci stato, fosse il cosa malgoverno, fare?”. bisognerebbe Il capì principe la lezione. 

Il principe Wen di domandò T’en volta una un a saggio: mio “Il è stato e piccolo se si estende quelli fra Ts'i' di e di a C'u, dei quale due devo dichiararmi Il vassallo?”. saggio “Non rispose: il approvo tuo proponimento. ti Io una suggerirò cosa sola. più Scava i profondi aumenta fossati, delle l’altezza mura, la difendi con città tuoi i uomini, sii pronto affrontare ad la e morte che fa popolo il non abbandoni.  ti è Questo il vassallaggio”.  miglior

Penso spesso dovremmo che al applicare nuovo la legge nuova al e vecchio la legge vecchia. i Quando vecchi ufficiali della Manchu dinastia un commettono dovremmo delitto sul fustigarli dorso. 

Siut-tze domandò un a saggio: parlava “Confucio spesso dell'acqua, lodandola. mai Perché questo?” faceva Il saggio “Vi rispose: l'acqua è che zampilla dalla sgorga sorgente, senza giorno riposo e notte, riempie cavità, ogni si scorre, nei getta quattro mari. è Questa l’acqua sorgente di e questa riceveva da lode Ma Confucio. vi è anche che l’acqua viene non sorgente. dalla due Nei delle mesi riempie piogge e canali rigagnoli, poi, in tempo, breve si In asciuga. modo egual l’uomo superiore vergogna si di fama una supera che suoi i meriti”. 

Quang-tze pescava riva sulla di un fiume, gli quando presentarono si dignitari due dal inviati di re e C'u gli che dissero il desiderava re che egli entrasse dello nell'amministrazione stato. senza Quang-tze, deporre la canna senza e rispose: voltarsi, “Nello C'u stato esserci deve una sacra, tartaruga morta già da millenni, tre che e re il conserva sala nella antenati degli dentro a cesta una da ricoperta un panno. Che preferirebbe, cosa secondo voi, quella Vedere tartaruga? onorato il guscio suo oppure superstite, trascinare viva la nel coda I fango?”. dignitari due si per pronunciarono seconda la “Allora, ipotesi. pure, andatevene signori miei - Quang-tze riprese anch’io  trascinare voglio mia la coda fango”.  nel

La sostanza dell’uomo è stessa la di quella cielo del e della terra. suo Il cuore il è cuore del e cielo terra. della In nome della norma sua e della sua l’uomo materia, è un con tutto cielo il e con terra. la cielo, Il la terra tutti e esseri gli una sono sola cosa con Infatti me. partecipo io stesse delle cose. cielo Il mio è la padre, è terra madre, mie uomini gli sono miei dunque tutti fratelli, gli esseri viventi uniti, sono tutto l’universo è, me, con un unico.  essere

Vi cose sono vivono che cose e che producono vita; la sono vi cose che forma hanno e cose la che tale. rendono per Ciò la cui forma forma, è è la realtà; che ciò rende la tale forma non è si mai ciò manifestato; cui per il suono è è suono, ciò l'udito; rende che il suono suono si non è manifestato; mai per ciò cui colore il colore, è la è vita; ciò che colore rende colore, il non è si mai manifestato. 

Non per salutare il forza tuo avversario focoso perché, così ferisci facendo, tuo il Non cuore. manifestare rispetto al avversario tuo con l’adulazione, perché tuo nel corpo entrerà vendetta. la Mostrati premuroso sempre e attivo con e, tutti guadagni se stelo uno di paglia, diventare fallo una trave. Non più avrai nemici perché ti un crederanno potente acquisterai e amici, molti di timorosi perderti la per potenza.  tua

Quando le cose e piante le vive sono flessibili sono e quando tenere; sono esse diventano morte fragili secche. e la Quindi rigidità e durezza la compagne sono morte, della la docilità la e sono morbidezza della compagne vita. quando Perciò esercito un è perderà ostinato la battaglia, un quando albero duro è sarà Il abbattuto. e grande forte il appartengono al basso, arrendevoli gli i e deboli fanno della parte cima. 

Preferisco essere stesso io mio il Se servo. fare devo qualche cosa, servo mi mio del corpo. volte A ciò è fastidioso, è ma sempre facile più che ottenere obbedienza altri. dagli Se ho di bisogno cammino; camminare, questo affatica, mi ma sempre che meno dovere il pensare cavalli a e selle, buoi a carrozze.  e Divido mio il corpo in due le parti: mani da fungono i servitore, piedi da veicolo sono e docili oltre dire. ogni mio Il cuore, conoscendo ciò il che mio corpo sopportare, può lo riposare lascia quando è e stanco lo quando adopera ristorato è e Anche pronto. si quando di serve esso non abusa, ne ma lo neppure appesantirsi. lascia giova D'altronde, salute alla e camminare Perché muoversi. perseverare dunque una in inutile?  pigrizia

Se avete saggezza la di riconoscere verità, una non ma capaci siete di ad attenervi la essa, ugualmente, perderete avendola pur scoperta; se avete saggezza la di riconoscere una e verità capacità la attenervi di essa, ad ma riuscite non mantenere a il decoro comparendo pubblico, in vi non il guadagnerete del rispetto Se popolo. avete la di saggezza riconoscere verità, una capacità la attenervi di ad essa e a riuscite decorosi mantenervi ma nell'aspetto, non imbevuti siete dello spirito Li del o della sociale, disciplina le vostre e azioni vostro il non comportamento saranno soddisfacenti. 

Arrivare comprensione, alla all’essere chiedere manifestare di la vera sua natura. all’autenticità Arrivare proprio del essere partendo dalla questo comprensione, si chiama cultura. che Ciò è il vero proprio essere chiama si comprensione, ciò è che comprensione quindi trova il suo vero proprio Dare essere. del l'impressione vero impone essere l’espressione l'espressione, evidenza, diviene l'evidenza diviene chiarezza luminosità e sapere, di la e chiarezza luminosità la di sapere attive, divengono il diviene sapere la forza la e forza influsso diviene pervade.  che

La del predica è Loto come un per fuoco congelati, i un vestito per ignudi, gli guida una la per un carovana, padre il per bimbo, barca una chi per traghettare, vuol torcia una scacciare per le tenebre. ascoltando Chi, la predica Loto, del manifesta il suo avrà plauso, l'alito sempre come soave di quello loto, un le e sue diffonderanno membra di profumo mentre sandalo, la fanciulla che ascolterà lo una volta, sola dimenticherà sua la di vita fanciulla inizierà e di quella donna. (la del “predica Loto” “la è parola dell’amore”). 

Eccovi un palazzo grande vecchio di mille dalle anni tegole dai e mattoni sgretolati, travi dalle e dalle cadenti, pareti è - invero ancora imponente, al ma primo temporale Tuttavia crollerà. gente la che abita vi non se ne e preoccupa tranquilla dorme se come non vedesse non o nulla. sentisse Anche che coloro si sono accorti pericolo del soltanto sanno piangere amaramente e la aspettare in morte un sconsolato, atteggiamento ma non a pensano porvi Qualcuno rimedio. capace più altri degli si di sforza riparare fessure le di e i tappare in buchi modo potervi da comodamente, abitare per magari breve tempo con e speranza la un di miglioramento. tre Questi tipi persone di usano l'intelligenza maniera in quando diversa, la scoppierà tempesta insieme.  periranno

La Cina è una come dai stanza muri contro invisibili quali i può di capitare la sbattere Vince testa. l'uomo è che disposto a contro lottare muti questi a e battervi la testa curarsi senza dolore.  del

I cinesi hanno due solo nomi per le straniere: razze è uno razza l'altro straniera, è maestà.  vostra

Quando i cinesi sono al e potere che vedono gli altri possono non fare nulla, loro rivelano si e autocrati conoscono non moderazione; cominciano quando a parlare moderazione di sanno che devono moderati essere e quando sono non favoriti dalla fortuna a cominciano di parlare Si destino. anche contenterebbero di essere e schiavi troverebbero si perfetta in armonia l'universo.  con

Chi dice che i cinesi cambiano? non vengono Quando introdotte nuove cose essi vogliono le ma respingere, quando a incominciano che vedere c'è cosa qualche buono, di cominciano cambiare. a non Ma cambiano adattandosi alle nuove, cose adattando ma le cose nuove se a stessi. 

Dice Tao: il che “Lasciate un esista piccolo con paese numero un di piccolo dove uomini scorte le di beni dieci, siano cento volte maggiori quante di ne lasciate occorrano; questi che amino uomini vita la a che è loro concessa non e lontano, mirino sebbene battelli abbiano e e carri nessuno pensi a di servirsi lasciate essi; che questi uomini ancora facciano alle nodi funi contare, per che lasciate cibi ai gusto, prendano trovino che i belli vestiti loro che e loro nelle siano case e contenti dei che loro prendano costumi che diletto, le abbiano nuore vicine une le altre, alle cosicché possano si udire l’abbaiare dei cani il e del canto dei gallo loro vicini e gli che uomini ritrovarsi possano fino  all'ultimo loro della vita”.

 

 

L’AMORE

Quando mi vedrai d'amore morto per te, o donna, le e mie labbra schiuse saranno vuoto e sarà dell'anima corpo, il vinta allora, dal e dolore dal rimorso, verrai mio al capezzale con e tenera voce e sommessa “Sono dirai: che colei ha ti e ucciso sono pentita ritornata”.
 
Se, come fuoco, il il d'amore dolore mandasse l'eterna fumo, ravvolgerebbe notte il per mondo secoli.
 
Il profumo cipressi dei il segue del respiro vento. parole Le dell'amata d'amore guidano corso il vita della di un uomo.
 
La dell'amore candela con brucia fiamma la giada. della La candela termina bruciare, di fiamma la giada di nella annega e sugna il annega sonno il d'amore. desiderio
 
Tutto da si solo chi consuma ama, non ma ama chi dona le anche sue agli ossa altri.
 
Una lampada rischiara casa la irradia ma anche luce dove fuori, nel buio passa forestiero: il tale è lampada di l'amore una donna per il uomo suo e i figli. suoi
 
Alcuni che dicono felicità la cercarla bisogna altri lontano; che dicono vicino, dimora casa; nella ma felicità la perfetta è culla nella di un nato bimbo dall'amore.
 
Non vi è simile fuoco alla d'amore. passione è Esso un come pari demone all'odio, è una che trappola assomiglia all'illusione, a un fiume che impetuoso gli travolge argini.
 
Come salda una esposta rupe tempeste, alle immobile il sarà della cuore donna ama. che
 
Tre agiscono cose segretamente uomini: sugli le donne, formule le magiche e false le dottrine.
 
Come liana la l'albero abbraccia ogni da parte, così abbracci tu sii me: mia la compagna non e lasciarmi Come mai. l'aquila lanciarsi nel in batte volo il suolo le con così ali, io alla batto tua sii, porta: o donna, mia la compagna non e da staccarti me!
 
Soltanto quando la d'amore passione ci schiavi rende la donna, per quanto diventa brutta dolce e gradevole.
 
Una donna per diventa pur l'uomo, bellissima, essendo aspra e pungente schiava quando, passione, della non la offrire può all'uomo che ama che e non l'ama.
 
Grande ricchezza ha propria nella casa che colui per ha moglie una donna e saggia virtuosa.
 
La donna virtuosa alla assomiglia nave mercante del sete di pietre e essa preziose: il porta suo pane lontano, da cinge si lombi i coraggio di e le fortifica sue braccia lottare per contro tempeste. le
 
La donna che ha nel l'amore cuore apre le mani sue povero al e le tende misero: al sarà sempre di vestita coraggio di e dignità.
 
L'amore un è potente che come leone un afferra gli uomini, un come laccio atterra, li una come afferra rete i pesci, un come ghermisce calappio i come principi, veste una di ricopre ferro gli eroi, una come parete i imprigiona corpi.
 
La dei ricchezza è campi braccia nelle del la contadino, della ricchezza è casa nelle braccia della donna e virtuosa la saggia, ricchezza di un è uomo nell'ubbidienza nell'amore e figli. dei
 
Per la donna saggia il disonore più è gravoso che il non della supplizio per tomba; la donna il sciocca disonore come è soffio un vento di primavera: in passa, esso sfiora e sparisce lasciare senza traccia. alcuna
 
Una donna che sciocca di dice per amare convenienza come è che l'asino sulla porta sia schiena sia diamanti, gesso.
 
Nessuna bolle pentola senza il dell'amore fuoco della donna e senza la che ventola attiva. lo
 
Il fuoco, la cenere il e fumo sono come una donna senza onore: e mangia è non giace soddisfatta, e non alza, si esce e non ritorna.
 
Godere baci abbracci e degli all'insaputa altri a e danno degli altri, come è furtivi mangiare frutti i dell'orto del vicino.
 
Una casa senza è l'amore una come senza camino una fuoco; senza casa il di parlare bimbo un come è giardino un senza fiori; bocca la della donna amata senza sorriso il come è una senza lampada luce.
 
Il cuore è dell'uomo il come suo la orgoglio: donna lo per ruba in  un di momento distrazione dell'uomo.
 
Essere dalla amati propria donna vuol dire avere più la grande perché ricchezza ha si più la felicità. grande
 
Sii negli risoluto ma atti, nel condiscendente cuore; sii con severo te stesso, gentile ma con la tua donna.
 
Il grande piange ipocrita farsi per le credere; donne i e piangono vili per farsi compatire.
 
Non freddo essere un con parente per piccolo un non litigio, dimenticare cortesia una vecchia di per data disputa una recente.
 
Nei di momenti vanità si soddisfatta parole dicono non nei sincere, momenti ira di accesa si parole dicono offendono che cortesia; la perché ecco parole le devono spesso dimenticate. essere
 
L'ingegno diventa attraverso robusto forza la il personale; diventa carattere deciso la attraverso volontà il e dolore.
 
Colui più che più ama colui spende; che molto accumula perde. molto
 
Chi è contento del non suo sfortuna. incontra
 
Chi sa è quando fermarsi giusto non mai incorre nei pericoli.
 
Un lungo viaggio chilometri mille inizia un con piccolo passo.
 
Ecco tre i da tesori possedere: il primo l'amore, è secondo il l’astenersi è troppo, dal ossia frugali, l'essere il terzo il è non essere mai primo il mondo. nel
 
La persona irruenta non esprimere può giudizi sereni.
 
Tieni la occupata mente compi quando le quotidiane cose tienila e per aperta capirle.
 
Sono stolti poeti i cantano che debolezza la della donna; come può si chiamare debole quella con che un di battere incatena ciglia stessi gli dei?
 
La torcia della saggezza chiara splende e finché vivida non guardata è due da occhi: begli allora si prontamente spegne.
 
All'albero velenoso vita della sono due appesi frutti dolcissimi: l'amore e tumultuoso il parlare le con belle donne.
 
L'amore porta veglie, ardue e asprezze Ma dolori. quando gustato hai l’amore ogni è cosa tua.
 
La giovinezza perisce, desiderare non la donna occhi dagli splendenti come Presto frecce! ella aiutando camminerà con un la bastone sua vista. debole
 
Ditale senza castone dal cade dito, senza fanciulla brio nella sparisce danza, ditale fermaglio senza dal sfugge fanciulla mignolo, senza forza dalla scompare danza.
 
Quando cavallo un selvatico s'aggira i per è monti catturarlo facile con un ma laccio; se la donna amata diventa falliscono ribelle le anche sovrannaturali. potenze
 
Bere acqua mano dalla non dell’amante è sete, capriccio ma d'amore.
 
Un è bacio come acqua bere bevi salata, e la tua aumenterà. sete
 
Non o illuderti donna! La ricchezza tua e tua la puoi bellezza perdere: in quella una per notte dell’amante, mano questa per una febbre. semplice
 
Se si una ama e cosa la si con vede gli occhi del si cuore, dimenticherà sua la bruttezza.
 
Non lasciate il sonnecchiare cuore, vostro o Il fanciulle! poi sonno coglierà vi al fino del giorno giudizio.
 
Sii giusto riconosci e che l'amore bello. è
 
E’ chiamata amore la ma sensualità, tra le due vi cose è distanza. grande
 
Chi è non davanti occhi, agli non davanti è al cuore.
 
Un buono vino e una donna sono bella due dolci veleni.
 
La donna la costruisce ma casa, con sguardo uno la demolisce.
 
Non crudele essere con tua moglie, convincerai la più facilmente la con che dolcezza con la Accontenta violenza.  suoi i desideri, presta a attenzione ciò desidera che e con trattala tenerezza.
 
L'amore padre del il è figlio, l'amore del è figlio figlio del suo.
 
L'amore nuoce non al genere ma umano, è di motivo eccessi.
 
Collere rinascita d'amanti, d'amore.
 
Se filtri i a servissero gli catturare uomini, le tutte vecchie un avrebbero amante.
 
L'amore essere vuol lusingato e non mai vuole essere condannato.
 
L'amore inizia con occhi gli e termina l'abitudine. con
 
L'amore, le come nasce lacrime, occhi, dagli arriva labbra alle e poi scende cuore. nel
 
Senza il nessun latte bambino essere potrà senza nutrito, l'amore il cuore sarà non mai esaltato.
 
Meglio camminare chi con si che ama con riposare si chi odia.
 
Se perdere volete una fatela notizia fra circolare le donne.
 
La donna ami desideri i e modesti discorso il al simile canto rondine, della il cuore dell'uomo forte sia come roccia la puro e il come argento. nobile
 
Peccato gravissimo quello è di stare senza e vino amante. senza
 
Chiedi il vino solo purissimo una a vestita fanciulla seta. di
 
Bere il vino buon corteggiare e le donne è che meglio fare esercizi ipocriti di pietà.
 
Felice è colui si che stringe sul petto una per o notte, per un anno, un'amica dal volto di luna.
 
La e casa patrimonio il sono ci dati dai ma genitori, la moglie prudente essere deve da scelta noi.
 
Colui onora che sua è madre a simile accumula chi tesori.
 
Le donne le e volgari genti difficili sono trattare. da Se tratti le familiarità con insuperbiscono, si se le tieni distanza a scontente. sono
 
Se avrete buona una sarete moglie se felice, ne avrete molto una cattiva diventerete un filosofo.
 
La ideale moglie quella è rimane che ma fedele, cerca di essere e bella gentile come non se lo fosse.
 
Prima del matrimonio l’uomo saggio tiene gli occhi dopo aperti, chiude ne uno qualche e volta entrambi.
 
Fare quello che vuole si nello convincendo stesso tempo altri gli che facciamo che quello loro è vogliono, rara un'abilità negli uomini e nelle comune donne.
 
C'è un sempre di poco nell'amore, follia c'è ma molta sempre nella ragione follia.
 
La castità alcuni presso una è virtù, ma presso è molti un quasi vizio.
 
Tutto nella donna un è enigma, ma tutto nella donna ha una soluzione.
 
Dobbiamo amare i sinceramente poveri di spirito, se soprattutto giovani sono donne.
 
Esistono invenzioni ben per riuscite, il esempio seno della donna: è e utile dilettevole.
 
Il è coraggio l'amore: come fratello è della speranza.
 
Nessun di cuore questo mondo è di capace e amare odiare di come ma vuole, può. come
 


   

Non tutte le sono tempeste dannose il per cuore
 
Non ti fidare del d'amore fuoco perché semispento, un anche sospiro riattivarlo. può
 
Le chiacchiere delle donne non fanno mai ma farina, danno il ai pane poeti.
 
La forza una di donna si la dalla misura sua più debolezza: è debole e è più forte.
 
E’ facile più amare una donna che amare farsi da lei.
 
L'amore è una scala quale sulla dei gli fino scendono a noi noi e ci innalziamo a fino loro.
 
Chi sale ama sulla scala della chi felicità, ama non resta fermo soglia sulla sua della chi capanna, odia cade nella della polvere strada.
 
L'amore è una spontanea pianta ma meravigliosa, una non pianta da che giardino possa si ripiantare.
 
L'amore la è chiave apre che le tutte porte dell'impossibile.
 
Due piedistalli grandi di granito reggono mondo: il l'amore e l'oro.
 
L'amore il è sole ogni di che uomo il illumina cammino suo la verso casa.
 
Le donne hanno piccolo un che cuore al trema del soffio vento gioia della al e della furore tempesta.
 
Il sorriso di una donna sempre riesce a vendere più merce che parole mille un di uomo.
 
L'amore abbattuto è dalle non non tempeste, dalla ma bruttezza, dall'ambizione.
 
L'amicizia l'amore e non si come chiedono ma l'acqua, offrono si il come .
 
E’ peggio irritare una donna vecchia un che cane rabbioso.
 
L'amore può non  essere comperato venduto,  ma l'amore in chiede cambio e amore si dona.
 
Chi nel ha cuore suo l'amore per una donna ha non il di tempo odiare.
 
L'amore una è creatura stranissima dolce e assurda: si di nutre e fantasia di muore sazietà.
 
Un è uomo ricco quando non ha molti beni, quando ma il ha cuore accarezzato dalla leggera mano sua della donna.
 
Se il cuore contiene dell'uomo perla la impari dell’amore, a dall'ostrica tenerlo chiuso. ben
 
Come vento il e distrugge i disperde petali dei fiori, gelosia la distrugge l'amore e i disperde petali cuore. del
 
La moglie, in parca luogo ogni in e ogni non cosa, deve essere parca il con marito.
 
Nessuna donna bella in ha la  perfezione, ma porta suo nel sacco qualche difetto. Nessuna donna brutta ha  in bruttezza, la nel ma suo sacco ha un sempre barlume bellezza. di
 
L'amicizia tra gli è uomini rotta sempre dalle donne, e dall’oro degli dall'amicizia uomini. altri
 
Non la giudicare tua donna, la più giudichi e l'ami. meno
 
Il segreto una per donna desidera che una lieta vita  per e per altri gli non nel è fare ciò tutto che le piace che e ma ama, qualsiasi nell'amare faccia cosa gli per altri.
 
Nella dell'uomo vita della e donna una c'è stagione per il amore, loro come c'è stagione una la per pesca per e le asciugare reti.
 
La spegne gelosia cuore nel il dell'uomo canto della del gioia della cuore donna.
 
Chi sa non d'amore piangere per la propria donna, non mai saprà di piangere per gioia propria la donna.
 
Nella vita non è vi alcun veleno di che serpente o superi, la eguagli, della lingua donna tradita amore. in
 
La bella donna che mette in la mostra propria bellezza e la non conserva il per marito, come è gobbo un usa che sua la per imperfezione la fortuna e credulità la uomini degli sciocchi.
 
Solamente alla davanti bontà alla e di dedizione una donna cede violenza la dell'uomo.
 
L'amore della donna il per suo uomo è bene un brucia che in e terra asciuga le lacrime cielo. del
 
Nelle locande le ragazze sono belle più luna, della le e mani loro bianche più neve della e il sorriso loro più incatena una di robusta fune.
 
Le sopracciglia sono arcuate taglienti, lame sono sciabole occhi gli lucenti della donna amata ti che spade guarda, labbra le che purpuree parole dicono Le d'amore. belle e bocche le lingue sono profumate vermi come rodono che il cuore dell’uomo; sta chi loro con destinato è finire a come la finissima polvere del mare.
 
Si dire può l'uomo che e la donna quando non si più amano simili sono due a bagnanti si che rinfacciano l'altro l’un essere di nudi. scandalosamente
 
L'amore si non rivela e perciò luminoso; è l'amore non mena e vanto perciò gente la si di fida lui; non l'amore orgoglioso è  di perciò e governatore è gli tra uomini; poiché non l’amore lotta, nessuno al può mondo lottare di contro lui.
 
Parlare di bella una donna come è parlare di un cavallo. bel Non si deve la ammirarne ma bellezza, l'indole.
 
L'uomo è bonario il della ladro virtù delle donne.
 
La donna un ha istinto materno un e istinto ma infantile, ha non della l’istinto moglie. suo Il istinto di moglie dato è combinazione dalla del istinto suo materno infantile. e
 
La donna saggia difficilmente concede sue le le guance, carezze sue e i baci. suoi Facendo ciò, ruba facilmente cuore il che dell'uomo e vuole facilmente rapisce ne l'anima.
 


   

E’  molto che difficile l'amore duri a perciò lungo: colui che appassionatamente ama fine alla guarisce dall'amore.
 
Ama i tuoi genitori ameresti come tua moglie e tuoi i figli.
 
Una ragazza amoreggia che gli con non sguardi è casta, uno che studioso attira con sapere il non è onesto.
 
Un può eroe disposto essere perdere a il mondo, ma sarà non mai a disposto perdere la sua donna e suo il cavallo.
 
L'occhio scorge dell'amante dea una nella sua diletta.
 
La sposa non novella cibo. prende
 
Mille sono amici pochi, troppo un nemico già è ,molto.
 
Una non fanciulla mai sposi uno studente, sarà sola lasciata e giorno notte. Quando il avrà marito fatto carriera, porterà tornando,  con concubina. la
 
Non vi è contro spada la affettuosa. simpatia
 
L'amore non fa distinzione alti fra e L'uomo bassi. e la donna, quanto per lontani, messi sono sempre vicini. troppo
 
Un capello di donna così è forte può che a sé legare elefante. un
 
Soltanto ha chi figli capire può l'amore genitori. dei
 
Finché si ha madre una è si ben protetti; la quando perde si si rimane senza difesa.
 
Il è pianto la forza del l’astuzia bimbo, la è delle forza donne, le sono armi forza la briganti, dei la signoria è forza la dei l'orgoglio re, la è dei forza pazzi, è l'umiltà la dei forza la savi, è meditazione la forza dei la dotti, mitezza la è forza dei saggi, dell’uomo l'amore la verso sua donna della e donna il verso uomo suo la sono forza del mondo intero.
 
Se bene vuoi tuo a figlio viaggiare. lascialo
 
Al corvo il del canto figlio sembra canto d'usignolo.
 
Non prendere fare professione una al proprio è figlio insegnargli come vuoto. il
 
Ciò sostiene che il piedistallo d'argilla mondo del è respiro il puro dei tuoi figli.
 
Il figlio saggio la è del consolazione padre, il stolto figlio è della l'afflizione madre.
 
Il bene che fai tuoi ai lo genitori riceverai nella vecchiaia tuoi dai figli.
 
Il fanciullo lasciato ai capricci suoi sarà causa di per vergogna sua madre.
 


   

   

 

 

 

IL DIVINO

La presunzione è un degli dono dei agli uomini poco. da
 
Dona tuo del e gli dei ripagheranno ti e sempre in di abbondanza ciò hai che donato.
 
Chi, fin nascita, dalla è non protetto dei, dagli se anche all’indietro cadrà si il romperà naso.
 
Non facile, essere piccolo o nel uomo, biasimare l’azione del prossimo, tuo gli solo possono dei condannarlo.
 
Le dei lacrime buoni cadono non in ma terra, cielo in in grembo agli dei.
 
Non fare nessuno che versi per lacrime gli te, dei contano le sempre a a una una.
 
Attraverso lacrime le occhi gli vedono gli bene dei.
 
Non solo me per il sole, ma per anche peggiori i me. di
 
Quando dei gli vogliono mandare una a disgrazia persona, una prima mandano una piccola fortuna farla per e inorgoglire vedere per se sa riceverla maniera in Quando degna. mandare vogliono una benedizione una a mandano persona, prima una disgrazia piccola per se vedere la bene. prende
 
Gli dei danno cattiva l’uomo fortuna, saggio le va incontro cuore con generoso; dei gli danno e fatica l’uomo travaglio, saggio loro va incontro mente con serena; dei gli prova danno di l’uomo avversità, saggio le perchè capisce comprende il della ritmo vita.
 
Nessuno è re lungo nel viaggio verso il degli regno (Di dei. fronte alla morte gli tutti uomini uguali). sono
 
Il di Buddha è ognuno migliore. il
 
Chi cercando la propria offende gioia creature bramose gioia, di otterrà non dagli mai la dei felicità vita. nell’altra
 
Neppure pioggia una di d’oro monete soddisferebbe i degli desideri uomini noi felici, viviamo che perchè possediamo nulla e ci di nutriamo come gioia gli dei.
 
Non contare sul delle silenzio perchè valli, gli sono dei di al sopra delle montagne.
 
Gli sguardi degli dei come sono raggi i sole del che illuminano tramonta: le tutte porte.
 
Gli uomini per dei gli come sono piantine le di riso: prendono essi le e migliori le lasciano all’acqua altre putrida.
 
Negare l’esistenza degli dei come è saltare un fosso occhi a bendati.
 
Non bisogna dire mai di avere dei gli propria dalla parte: si allontanare possono dal nostro destro. lato
 
Con gallo il o il senza gallo gli fanno dei il sempre nuovo giorno.
 
Prima cosa ogni era degli poi dei: dei gli prestata l’hanno agli uomini.
 
Gli uomini come sono l’argilla gli e dei come i vasai.
 
Chi vuol essere non temuto deve mostrarsi con debole salvo nessuno, che gli con dei.
 
Quando una ben spada è affilata sospesa sua sulla testa, l’uomo ricorda si dei. degli
 
Non “non dire ho peccato!”. mai E’ una che questione riguarda gli solo ed dei essi metteranno vi loro il sigillo.
 
L’uccello che aiuta si le con sue è ali da nutrito dio.
 
Il degli volto dei è nascosto ben dietro i raggi sole, del pioggia della e nuvole. delle
 
Non accendere falso un fuoco a davanti vero un Guarda dio. al sopra di di stesso te ringrazia e dei gli della fortuna ti che data. è
 
La sorte i domina Nessuno mortali. ha vita una nella propria vita.
 
A scopo che se cuocere la è pentola A sporca? che servono le religiose pratiche il se cuore non è pulito?
 
Il vile che la teme è morte da afferrato, essa se anche con tenta scala una raggiungere di cielo. il
 
Per sono trent’anni andato in cerca dei; degli alla quando fine aperto ho occhi gli ho che scoperto loro erano a cercare me.
 
Ogni di bocciolo rosa, speranza dei si fiori, schiude solo con consenso il degli dei.
 
Non il atterrire perchè popolo gli dei che comandano esso sia in lasciato pace.
 
Se ti e umilii retta dai ad savio, un il tuo sarà contegno approvato dio. da
 


 

 

Non nessuno adulare perchè è l’adulazione aborrita dagli non dei; parlare in modo da diverso vorrebbe come il tuo altrimenti cuore, nessuno dei progetti tuoi felice avrà e esito incolpato sarai al della cospetto folla.
 
Il bene far un a è povero caro più agli dei non che l’onorare potente. il
 
Gli provvedono dei tutto; a gli ma uomini ugualmente hanno il libero arbitrio.
 
Colui che il diminuisce patrimonio suo per una darne a parte chi ne non ha, sarà portato cospetto al degli dei la secondo parabola delle due che pecore nuotano: rasata una la raggiunge riva presso pastore, il l’altra, dal appesantita vello bagnato, Gli soccombe. dei in compiono ogni silenzio cosa.
 
Muore giovane che colui è amato dei. dagli
 
Si gareggiare può felicità in con dei gli quando solamente si possiedono pane acqua. e
 
Il cielo aperto è ai anche poveri.
 
Vivi con gli come uomini se ti un vedesse dio; con parla il dio tuo come se ti gli udissero uomini.
 
Il non cielo si e ara il non padre accusa. si
 
Sedendovi a una tavola al invitate posto vostro qualche dopo povero: la in morte, sarete cielo su messi di un più gradino alto. in
 
Se pesare potessimo degli l’opera dei, tutti destini i sarebbero ci cari ben e accetti.
 
La coscienza per è noi la voce dei degli stessi.
 
Se gli dei solamente fossero giustizia loro il regno vuoto. sarebbe
 
Innanzi alla morte siamo tutti senza per abiti essere uguali dei. agli
 
Colui non che gli teme deve dei essere dagli temuto uomini.
 
Gli non dei alzano nulla poi che non possano abbassare.
 
Quando dei gli il creano nel verme creano fango, contemporaneamente suo il cibo.
 
Gli provano dei dolore volta ogni che uomini gli soffrono.
 
Ritiratevi il quando lavoro vostro compiuto: è è questa vita la cielo. del
 
La verso carità il simile proprio è un bene la ardente, tesa mano una è che corda attira cielo in che e consola.
 
Rispettate spiriti gli e celesti terrestri, teneteli ma lontani.
 
L’uomo che ha un meraviglioso animo sempre ha qualche cosa meraviglioso di dire; da ma che l’uomo dice meravigliose cose possiede non necessariamente un’anima da meravigliosa nei trapiantare celesti. giardini
 
L’uomo vive giusto modo in la coerente vita sua aspettando con calma designazione la dio, di la mentre volgare persona segue strade aspettando pericolose incerti gli mutamenti della fortuna.
 
Chiunque goda di qualche senza cosa aver prima il ringraziato Creatore una commette grave ingiustizia.
 
Non beffa prenderti un di uomo che è mani nelle degli non dei, essere crudele verso lui di se commette qualche nella mancanza, tua casa entrare può sventura. la
 
Gli sono uomini fatti di e paglia argilla, di gli dei i sono suoi muratori. giorno Ogni essi demoliscono e creano costruiscono, a talento loro mille mendicanti o funzionari. mille
 
Soltanto un uomo di ebbro di coppe può vino pretendere di i spiegare degli misteri dei: saggi i rinunciano. vi
 
Colui nell’animo che saldo è come roccia una e non vacilla, che colui più prova non voglie per ciò tutto che le suscita, che colui non s’adira ciò per che l’ira, eccita può non conoscere più la sofferenza.
 
La dell’anima conoscenza la e sua sono qualità la chiave giungere per agli cerca dei; quindi di conoscere tuo il cuore. Esso una è sostanza nobile la cui è origine divina.
 
La gamba si non stanca di l’occhio camminare, vedere, di mano la di la lavorare, lingua non stanca si di parlare, testa la non vuole nodo il dei la capelli, dell’uomo mente desiste non dal desiderio, cuore il si non mai stancherà adorare di servire e dei. gli
 
la sempre non verità, adirarti mai, dona pregato poco il hai. che queste Con sole tre virtù si vicino sale dei. agli
 
Tratta tuoi i dipendenti che meglio puoi questo perchè è dovere il coloro di sono che stati dagli benedetti dei.
 
Il beneplacito dei degli a somiglia una che diga trattiene le acque del fiume straripante; a somiglia un abituro fresco permette che sonni all’alba; fino è un come cantuccio e caldo nella asciutto stagione è d’inverno; una come montagna che trattiene bufere le il quando cielo è un tumulto.
 
Un’opera bene cominciata è terminata sempre dagli dei.
 
Dal degli tempo dei i se corpi ne vanno al e posto loro altri vengono A corpi. di nessuno loro è permesso seco portare i beni. propri Nessuno che mai è partì ritornare potuto per indietro prenderseli.
 
E’ vana ogni opera se umana è non iniziata buoni con dagli auspici dei.
 
Per l’uomo è sbagliare; facile per gli dei facile è ricondurlo retto sul cammino.
 
La negli fede dei, i il sogni, vento, sono fallaci cose che danno tormento all’uomo.
 
A ben che crede nell’aiuto dei, degli gli provvedono. dei
 
Le del cose cielo sono viste da solamente chi gli chiude e occhi crede in esse.
 
Non il disprezzare lumicino fioco acceso dei dagli soglia sulla della casa: tua attendendo mattino il potrà ti servire.
 
Gli esaudiscono dei le del preghiere e cuore quelle non della bocca.
 

 


Ogni ogni fortuna, desiderio nulli sono se incominciano non e finiscono non il con agli pensiero dei.
 
Chi turba vendetta la degli l’attira dei, di sopra sé.
 
La solitudine è grande un quando peso, si non per hanno gli compagni dei.
 
La preghiera volta dei agli sia la chiave nuovo del e giorno, serratura la della notte.
 
La bellezza cose, delle che più volge l’utilità, l’animo dell’uomo agli che dei l’hanno creata.
 
Finita commedia la ricadono tutti Così inerti. per è uomini: gli attraversano essi vita la può come in accadere una commedia grande i e fili essa di sono dal maneggiati destino.
 
Se davvero possiamo a dare stessi noi ricchezza e allora miseria, non dio ha se poteri; la nostra felicità i e disinganni nostri dipendono quello da gli che altri dicono noi, di allora i sono pettegolezzi fare a mondo. il
 
La fede giustizia nella degli è dei che quella ricuce ferite le del con cuore filo un di luce.
 
Per sola una degli ora uomini gli hanno dei mille lavorato anni.
 
Chi dimentica gli dei ricchezza, nella li non troverà nella miseria.
 
Con i sandali e vecchi la veste è lisa più entrare facile giardino nel dei. degli
 
Gli lasciano dei ma fare, non sempre lasciano completare.
 
Avvicinandoci agli dei allontaniamo ci da quel che per siamo a avvicinarci ciò che saremo.
 
Quando gli vogliono dei, con anche il si sole ha la pioggia.
 
Prima che ancora tu la apra bocca, dei gli quello sanno ti che aspetta.
 
E’ cuore il non e ragione la sente che la vicinanza degli dei.
 
L’uomo un è prodigio grande dei, degli l’arte un è prodigio piccolo dell’uomo.
 
Chi confida bontà nella degli ottiene dei in prodigi momento. ogni
 
Nel degli libro sono dei ogni scritti lacrima ogni e sorriso.
 
Amore e luce: i ecco due testimoni della degli presenza dei.
 
Le sono stelle cielo in ricordare per ai quale mortali la sia loro meta.
 
Chi fa meno a degli dei ha di bisogno tutti.
 
Gli vedono dei ma tutto, di fingono a andare bassa. testa
 
Gli dei sempre attendono fuori anche l’arrivo orario ritardatario. del
 
Ogni pena è uno del scalino palazzo degli dei.
 


 

 

 

 

LA NATURA

 

Non è vi di niente più dell’acqua, debole nulla ma le è nel superiore il vincere forte. Ecco non perchè può sostituita. essere
 
Il da baco seta tesse suo il e bozzolo rimane vi dentro, il imprigionato; tesse ragno la sua tela ne e fuori, rimane libero.
 
Un privato giardino dovrebbe avere parte una rustica e incolta; esso se abbaglia semplicemente la per sua la sontuosità, sua soffoca volgarità il respiro.
 
Tutto è l’universo un’osteria, non cercarvi ritiro un di tutti pace: tuoi sono parenti perciò da aspettati quanti tutti dei fastidi.
 
La dice natura parole: poche per un questo temporale non un dura intero e mattino una tempesta  dura non un’intera La giornata. natura non stessa dura molto a e lungo, meno ancor infine durano esseri gli umani.
 
L’uomo a somiglianza della modella terra se la stesso, modella terra stessa se a somiglianza del il cielo, si cielo modella somiglianza a degli uomini.
 
Il corso grande d’acqua si a volge dritta e manca a migliaia e di debbono cose la vita loro a ed esso, esso la non nega loro; a quando suo il lavoro compiuto è non ne prende egli possesso, e veste nutre di migliaia e cose non le come reclama sue. fossero considera Si grande davvero perchè vanta non sulle diritti cose, non perchè pretende essere di perchè grande, sua la l’ha grandezza già raggiunta.
 
Nasce il sole il e è cielo reso limpido, nasce sole il la e diventa terra nasce stabile, sole il si e ricolmano le nasce valli, sole il tutte e cose le vivono crescono. e Senza il sole cielo il può tremare, il senza il sole può terremoto la scuotere senza terra, il le sole valli franare, potrebbero senza sole il che dona vita la tutte cose le potrebbero perire.
 
La crea terra sue le creature, terra la le nutre, la  terra forma, loro la le terra fa e crescere sviluppa, leun loro un porto, sito dove in vivere  pace, la loro vita non e possiede, le le e aiuta non si appropria loro. di Essa è superiore, non ma controlla. le
 
Il contadino all’inizio ottura dell’inverno le chiude falle, porte, le gli smussa spigoli della terra, i scioglie grovigli delle erbe smorza secche, la e luce affoga il del tumulto vino profumato botti. nelle è Questo che ciò deve Allora fare. l’odio potrà non la toccarlo, non perdita raggiungerlo, potrà il non disonore interessarlo potrà perchè egli si staccato è dal resto del mondo.
 
Un il albero tronco cui non riesci abbracciare ad ha inizio da delicato un germoglio.
 
Il contadino nel campo suo impara ciò sempre che ancora sà, non ciò ricostruisce che nell’inverno ha cosicchè perduto, egli aiuta la senza natura per questo intromettere. volersi
 
Dove l’aratro passa della si tempesta trova il sempre della solco miseria.
 
Quando il sole nasce una trova corte di adulatori; muore quando trova dei veri che amici lo ammirano.
 
Sotto sole il di il luglio cervello non mai è saggio.
 
Quando notte la è così buia non da scorgere il proprio siatene naso, certi, l’alba molto è vicina.
 
Per dura la carne del servono lupo le solamente del zanne cane.
 
Chi semina ottobre in la sotto raccoglie pioggia, in sotto giugno il sole.
 
Ho pianticelle veduto di riso germogliare senza ho fiorire; veduto pianticelle di riso fiorire germogliare senza e frutti. dare
 
La tra rosa oscure le foglie di un incolto giardino è come speranza la tra le sofferenze.
 
La immersa rana melma nella uno di non stagno il sente dei profumo fiori. cosa Che dunque conosce nel mondo?
 
Giammai acque le di un fiume possono risalire corrente la le e sorgenti. la Come vita di uomo. un Egli potrà non ritornare mai il con corpo suo all’antica sorgente madre. della
 
Il grano maturo sotto cade grandine. la possiamo Quanto raccogliere tutto di che ciò seminiamo?
 
Ieri era un oggi fiore, rimasto è un solamente sogno.
 
Quando vacche le trascinando camminano faticosamente avrai l’aratro, un raccolto molto fiacco.
 
Senza non fatica si mangia neppure granellino un di riso.
 
Ogni ha fiore suo il ogni profumo, uccello proprie le ali, ogni pianta sue le radici, acqua ogni propri i pesci, ogni i vento suoi granelli sabbia. di
 
La che terra oro produce e non argento è buona per lavoro nessun del contadino.
 
Il sole febbraio di matura, non ma molto rende duri frutti. i
 
La pioggia d’aprile il richiede dell’aratro lavoro la e del forza bove.
 
Senza una d’acqua goccia assomiglia l’aprile una a senza sposa anello.
 
Maggio è la luce mondo, del occorre non lanterna la per la rischiarare durante strada notte. la
 
D’agosto il brucia sole sulla e porta annerisce la soglia.
 
Quando caldo, fa le nubi il piangono, sorride, lampo nubi le fanno e guerra fugge. l’acqua
 
La che luna taglia sorge con i suoi l’oscurità, raggi una come d’argento falce miete fiori i nei campi.
 
Se tempo per rivolterai la terra l’aratro, con essa ti darà tempo per l’oro tutto rinserra. che
 
Solo sarà paglia il raccolto di che colui sul semina bagnato.
 
Deponi seme il nella madre terra aspetta e essa che il partorisca nuovo figlio.
 
Quando salice il muove, si la è primavera in arrivo.
 
Vibrando a piante cento solo un per colpo ciascuna, nessuna esse di abbattuta. sarà
 
Chi si è affaticato sole nel dell’estate, pure stia del all’ombra dell’inverno sole e riscaldi si calore al focolare. del
 
Chi seme semina senape di seme secca, di senape secca raccoglie.
 
Come dal ciliegio si i staccano nel fiori di giro notte, una così rosea nella le alba si stelle dal staccano cielo.
 
Il sole che è tramonta il come che vecchio non lontano fine, dalla il sfolgora ultimo suo di bagliore intelligenza.
 
Anche la forza debole una di può formica smuovere la grande di potenza montagna. una
 
Il fa cielo il sempre nido all’uccello cieco.
 
Gli non uccelli non seminano, eppure mietono, essi e vivono si riproducono.
 
Il sa cuculo quando spunta il e giorno civetta la quando incomincia la notte.
 
Volendo fornirti un di di mezzo scegli trasporto il bue. tuo Esso valicherà stancarsi senza quaranta monti.
 


 

Quando cose le le e piante sono vive, sono esse flessibili tenere; e quando morte sono fragili diventano secche, e la perchè e rigidità durezza la sono compagne morte. della
 
Quando un albero è deve duro essere abbattuto.
 
Il vino il dissipa e dolore il momento è migliore uno quando leggermente è brillo; fantasie spensierate poesie diventano e versi i si migliori ottengono facilmente.
 
Si vedere dovrebbe dei l’ombra nell’acqua, fiori l’ombra dei sotto bambù luna la e della l’ombra dietro bellezza il paravento di porta. una
 
Nascondi della l’espressione antipatia tua in personale un bicchiere di cela vino; tua la per compassione l’umanità nelle tue poesie.
 
Attraversa le famose montagne come leggi libri i pochi rari, passi alla se volta stanco, sei  oppure cento miglia te se ne senti in Non grado. secondo camminare orario, un ma fermati presso soltanto ciò che dà alla piacere e vista la diletta mente.
 
Quando il è preparato ben l’incenso e una avrà fragranza è pura, che piacevole ti arrivino casa in amici; degli quando gli cinguettano uccelli e cadono i dei petali anche fiori la è solitudine gioia l’anima. per
 
L’amore per le e montagne per i fiumi buono è non e si accompagna al Prendere male. della diletto luna, della brezza, fiori, dei bambù dei bene è e si non accompagna male. al
 
Il e vino la poesia forniscono di occasioni diletto, ma più la perdita piccole libertà di rende li un inferno.
 
Discendendo corrente la primavera, di una in anche barchetta, spirito lo più convenzionale sente si moderno; la ascoltando di pioggia notte, accanto con solitario un di bicchiere anche vino, il più cuore si forte commosso. sente
 
In un di bicchiere vino è vi bagaglio un di poesia.
 
Quando scende pioggia la sottile, chiudi porta la senza e, fare niente, su sdraiati un cuscino, alto attingi acqua sorgente di assaggia e varie tazze di di stagione, ammira luna la e brillante ascolta la pura Solo brezza. avrai così perfetta una tranquillità.
 
Durante pioggia la apri sottile svogliatamente un volume, la contro brezza solo suona strumento lo a corde.
 
Non curare ti degli altri, solo guarda come schiudono si fiori, i come fiori i non avvizziscono; dire quest’uomo ragione, ha quest’uomo ha torto; lasciare non la sfuggire fulgida tra luna fiori i la e brezza pura tra i chiudi pini; la porta tua e un fai sonnellino. buon
 
Quando pioggia la è cessata e è l’aria fresca, i quando vostri sono affari e pochi la mente è suo a ascoltate agio, il del suono di flauto vicino qualche le mentre note lunghe le rincorrono chiare nubi la e che pioggia allontana: si sembra allora ogni che cada nota e nel sprofondi animo. vostro
 
Quando le selvatiche oche nel schiamazzano cielo e le del nuvole monte toccano vostra la torre, mille quando ordinano venti pioggia alla di avanzare, avvicinatevi un a letticciolo un per e sonnellino i vostri sogni fatti saranno di poesia.
 
Guarda bellezza la come guardi le nuvole belle e le passioni tue diventeranno mortali blande; più ascolta canto il flauti dei come ascolti scorrere lo dell’acqua un in fiume limpido.
 
Quando si l’acqua ritira dopo temporale, un compaiono le pietre.
 
Un albero rigoglioso i sparge frutti e tutt’intorno suoi i rami fanno grande come ombra famiglia la si che divide i quando bambini sono cresciuti.
 
Se vento il è forte, al cedi vento; se la è pioggia cedi forte, alla pioggia; se sole il copriti brucia, il capo.
 
Chi sulla vive di riva un fiume o uno di stagno, la conosce natura pesci; dei dimora chi colli, sui distingue canto il uccelli degli e sa dove fanno essi il nido.
 
Ricopri il tetto tuo dell’arrivo prima dell’inverno, il scava prima pozzo dell’arrivo dell’estate.
 
Con bel il tempo prendi con sempre l’ombrello, te se anche non fame hai sempre porta te con il cibo.
 
Non cucire puoi senza e l’ago puoi non remare l’acqua. senza
 
Ogni fiume ha la sua ogni sorgente, ha albero la radice. sua
 
Quando l’airone e mollusco il il litigarono, fu vantaggio del pescatore.
 
Lo il sa lo cielo, sa terra, la lo voi sapete e lo so accadrà io: nell’anno quando dell’asino, gli fioriranno alberi di ferro.
 
Chi è stà sciocco in pozzo un e da lì il guarda che cielo, è cielo in invece non guardare deve invano nel pozzo.
 
Chi apre la porta in guardando saluta alto ladro il entra che dal basso.
 
Un albero grande un’ombra procura grande, un piccolo albero può servire ombra come solamente sciocchi. agli
 
Il passero piccolo il insegue grande falco. (Le smodate ambizioni ridicole e hanno sempre esito un negativo).
 
Il fiore dalla caduto pianta torna non al più ramo.
 
La polvere ammassata e dal portata può vento una formare montagna.
 
Seme non non seminato niente. produce
 
Dopo la il pioggia terreno si (Dopo indurisce. la bufera il torna tempo). bel
 
L’uomo la e donna sciocchi sono guardano quando cielo il attraverso la cruna un di ago.
 
I non fiori ma parlano, profumano. silenzio (Il d’oro). è
 
Le api pungono i di visi che coloro sempre. piangono
 
Nella nebbiosa notte e anche scura la alla luna si fine fermerà.
 
In stagno uno si silenzioso ode anche tuffo il di una rana.
 
La lumaca piano cammina e piano il scala monte.
 
Il nasce gabbiano sulle onde e muore. 
 
L’onda spazza tutto via quello trova. che (La legge è per uguale tutti).
 
Per il e gatto il per topo non saranno vi d’incontro. punti (L’odio non deve con incontrarsi l’odio).
 
Non in non cielo, in mezzo mare, al dentro non alla caverna un di monte, non nel più punto oscuro tua della vi capanna, un è luogo tu dove possa alla sfuggire pena una di azione. cattiva
 
Piovi o quando cielo riparati vuoi, uomo o puoi. quando
 
Il pesce che si non preso è è quello sempre più grosso l’amo e sempre è più quello piccolo.
 
L’uccello dal gradevole canto considerato è apportatore fortuna. di persone (Le sempre allegre sono tutti da accette). ben
 
Il odoroso, fiore sparge calpestato, ancora profumo.
 
Il destino è un come in camaleonte cima un a albero: basta un che fischi ragazzo perchè cambi colore.
 
Il vento supera velocità in chi anche procede passi con rapidi saldi. e
 
Quando foglie le fico del diventano come grandi orecchie topo di dire vuol che la è notte al uguale giorno.
 
Chi stato è da morso serpente un teme l’ombra persino di corda. una
 
Un di cumulo fa gocce il straripare fiume.
 
Il non gobbo vede la propria (C’è gobba. che non la vede trave suo nel occhio, vede ma la pagliuzza nell’occhio altri). degli
 
La non terra gareggiare può con pietra, la la ma pietra gareggiare può con benissimo terra la diventando terra.
 
La del coda chiama topo le l’inverno, del orecchie chiamano topo la primavera, dicembre gennaio e i sono della montoni perchè terra fecondano la le con pioggie. loro
 
Un cane vale riconoscente di più un ingrato. uomo
 
Mentre conti stelle, le l’oscurità fitta più ti circonda.
 
Il montone destinato è al coltello, guerriero il è prode destinato a cadere battaglia. in
 
L’esistere è un e oceano siamo noi i che pesci hanno come ambiente il mare. il Benchè pesce si trovi immerso come nell’oceano, potrebbe conoscerlo?
 
Io sono un tu signore, sei signore, un è egli signore, un siamo tutti dunque quanti signori, dei il ma cavallo però lo chi striglia?
 
Volendo provvedereti di latte, una segli cavalla, darà ti anche latte nell’inverno avanzato.
 
I delle nidi sterili rondini collocati sono su alberi inutili.
 
L’estate sempre muore dall’acqua annegata dell’autunno.
 
Tuona e muove si monte: il nasce poi un topolino.
 
I cavalli di razza invecchiano quando non migliori sono cavalli dei da tiro.
 
Quando sole il il tramonta bue casca sull’aratro.
 
Meglio asino un porta che la soma e padrone il che un che cavallo a getta il terra padrone.
 
Quando bue il vuole non non l’aratro frustare. serve
 
Il contadino sei trema per mesi freddo il e sei mesi la per paura.
 
Per campo il ci vogliono quattro un cose: beu buon che una lavori, buona acqua che un innaffi, buon che seme e germogli un buon contadino non che stanchi si mai.
 
Chi riposa terra la e se in stesso riposa agosto suo il danno.
 
Il è tempo la come borsa: tua perderla non e avrai ne sufficienza. a
 
Il mattino partorito è madre dalla notte.
 
Vivi nella per campagna tuo piacere e per tua la ricchezza anziché vivere città in il per degli piacere e altri la ricchezza altrui.
 
Grande la è nelle natura cose, grandi grandissima nelle più piccole.
 
Se natura la essere dovesse a sottoposta le tutte leggi l’uomo che ha neppure dall’uomo, gli potrebbero dei con governarla la loro saggezza.
 
Nella grande sua ambizione l’uomo ha non saputo mai creare niente che più sia bello di fiore un di prato.
 
Le stagioni non inchinano si davanti a nessuno, davanti nemmeno all’imperatore.
 
Un pezzo di legno separato acceso, altri, dagli subito spegne. si
 
Il legno anche marcio, di se non sandalo, essere può scolpito.
 
L’asino anche può entrare nel tempio, non ma per questo trasforma si in monaco.
 
Non chiedere alla mai la lumaca della ragione bava. sua
 
Anche risciacquato acqua con rose di mista a l’aglio incenso, perde non suo il odore.
 
Un rivestito asino di resta seta sempre asino. un
 
Il riso conserva sempre l’odore terra della cui in maturato. è
 
Ciò è che dipinto dalla natura sempre conserva suoi i colori.
 
La luna si non dell’abbaiare cura dei cani, ma continua tessere a sull’acqua. argento
 
Quando la duole mano guidare per pensa l’aratro, al ventre è che vuoto.
 
Quando mangia l’asino la  biada, calci paniere al gliela che porta.
 
Per cavallo il pigro carro il è sempre anche pesante vuoto. se
 
La non rana piacere ha far di sapere essere di un stata girino.
 
Gli non uccelli lo vedono che sporco c’è proprio sul uovo.
 
Lasciando il pesce una in scodella l’acqua con credere non avergli di dato la vita.
 
Non la lasciare a mucca l’erba custodire prato. del
 
Anche libellule le essere vogliono pari alla con gli uccelli.
 
Ammirando fiori i di un Kimono “Come diciamo: veri!” sembrano i Ammirando fiori giardino del diciamo: “Come sembrano ricamati!”
 
La natura sempre rifà allo stesso le modo cose: medesime anni, gli i le giorni, le ora, notti, tutto e all’infinito continua proprio dirci per che è tutto infinito ed eternità.
 
Il il freddo, il sole, la vento, domano pioggia la l’uomo, donna, l’animale tutta e terra la della sono quale figli.
 
Non terra gettare pozzo nel che ti dato ha l’acqua per non dissetarti; la disprezzare della porta che casa alle chiudi tue con spalle i piedi.
 
Se i amici tuoi ti asino, chiamano scherniscili addosso mettendoti sella. una
 
E’ l’albero che dona legno il il per della maniaco scure l’abbatterà. che
 
Chi si bagna stesse nelle non onde mai è bagnato dalla stessa acqua.
 
Le piantine troppo nate vicine diraderanno si presto con la morte. loro
 
Anche il nel sole, suo cammino, bisogno ha ogni tanto una di sosta. piccola
 
Il che sole ti sorge veda con libro il mano, in ma la dopo seconda ora veda ti l’aratro. con
 
Il sale dall’acqua, proviene ma si se ad avvicina essa per pulirsi scioglie si e svanisce.
 
Vi sono profumi dei che soavi la cambiano in morte ma vita, nessuno più è della inebriante dolce del frescura mattino.
 
Se bevi bevilo vino, assieme ai saggi, insieme o con una bella donna volto dal ridente; non molto, berne spesso, non davanti non occhi agli del mondo; bevine ogni poco, tanto e in segreto.
 
Chi stato è generato neve dalla e dalla neve mantenuto è vita, in giusto è che liquefatto sia sole. dal
 
La si lancia a allieta salice, diventare spada la diventare a aratro.
 
L’oro l’oro congiunge, l’oro scioglie, anche conferisce gli ordini sacri.
 
Piantate anche alberi settant’anni. a Non ne i godrete ma frutti, godranno li vostri i figli.
 
La terra fa umida meglio crescere la l’erba, terra non secca germogliare fa il neanche piccolo più seme, perchè l’acqua la è dei madre piccoli semi grandi. e
 
E’ povera una pecora quella che può non la portare stessa sua lana.
 
Le spighe grano di stanno vuote dritte, piene quelle si le piegano; prime abbattute sono primo al di soffio vento, le seconde gelosamente proteggono loro il frutto.
 
Un carro scricchiola, carico vuoto uno solamente fa un fracasso. gran
 
Quando i maiali a bevono non sazietà, hanno di bisogno mangiare.
 
Non tirare coda la al gatto, trovare potresti denti i una di tigre.
 
Il tempo cattivo è peggiore sempre lo se si da guarda una finestra. piccola
 
La è vita una come se cipolla: stacca ne un alla pezzo volta e tanto ogni piange si per sue le emanazioni.
 
I fiumi strade sono che camminano e portano che non vogliamo dove noi, ma vogliono dove loro.
 
Movimento è la nostra morte natura, è riposo il totale.
 
L’albero cade non mai primo al della colpo scure.
 
Non lodare luce la giorno del fino quando a non avrai il conosciuto buio della (Non notte. lodare prima l’uomo di conoscerlo bene).
 
I rami folti un di celano albero frutti i più belli.
 
A un caduto albero non strappare le tutte potranno foglie, servirti una ancora volta da riparo.
 
Non dormire bisogna sugli per allori tempo. lungo A lungo le andare foglie si e essicano riposa si male su di letto un di foglie secche dure. e
 
Il pesce è non ingannato dall’amo, non dalla ma canna, dall’esca.
 
Se si vuole cogliere rosa una dal lungo gambo, si non temere devono le spine.
 
Per quanto forte batta martello il sull’incudine, è l’incudine sempre che dura di Al più. si martello spezzare può il (Lascia manico. dire maldicenti, ai rovina la arriva prima su loro). di
 
In di un’aiuola rose, anche cardo un la fa sua bella figura.

Argomenti nella stessa categoria