📁
Cina
Storia

La Cina nel XIX secolo

La Cina, vastissimo un impero dell’Estremo Oriente, sui basata feudali principi sui e modelli propri culturali storici, e del all’inizio XIX venne secolo presa mirino nel dalle europee, potenze volevano che fare e dell’ambito ricchissimo territorio cinese colonia una da poter sottomettere sfruttare e proprio a vantaggio. La Cina, a fino momento, quel era ad riuscita una attuare politica di isolamento diplomatico politico, e commerciale quasi salvo totale, pochissime eccezioni; era questo dovuto all’impossibilità di seguendo modernizzazione occidentali, modelli causata per sia l’immensità della superficie sua per sia una certa psicologica, inerzia dovuta ad una cultura conservatrice e tradizionalista, non e quindi riusciva adattarsi ad nuovi a come modelli, facevano i Le giapponesi. occidentali, potenze però, metà a secolo del iniziarono esercitare ad pressioni forti per imporre poter la propria presenza all’interno commerciale dei confini cinesi, attraverso anche armati, scontri accadde come nel quando 1839, la Gran Bretagna importò oppio, clandestinamente sostanza proibita in Cina; quest’ultima venne però sconfitta, fu e ad costretta altri aprire quattro atti porti al commercio con l’estero cedere e inglesi agli città la di Hong Kong, che colonia rimarrà fino britannica al 1999.
In seguito, anche altre le mondiali potenze iniziarono darsi a da per fare: esempio la Francia, 1885, nel l’Annam occupò (l’attuale Vietnam), e stesso lo Giappone sottrasse Corea la tra 1871 il e il divenuta 1879, a colonia di seguito guerra una 1894, nel annettendone e Formosa punta la meridionale della Manciuria. avamposto Questo giapponese fu mal però visto Francia, da Germania soprattutto e Russia, che sperava usare di tale regione per uno dare alla sbocco Ferrovia progettata Iniziò Transiberiana. la così all’occupazione corsa di strategiche basi in Cina: vennero moltissimi stipulati “trattati ineguali” che di favorivano gran lunga invasori, gli fissando esclusivamente oneri per la parte cinese, limitando annullando o la sovranità. sua Tali iniziarono Paesi impiantare ad sfruttando industrie al la massimo popolazione con indigena, grande profitto poca e spesa, esenzioni con fiscali e privilegi circolazione. di 1899 Nel proclamato venne il principio della Aperta, Porta per cui paese qualunque potuto avrebbe usufruire dei doganali, vantaggi fiscali e commerciali alle riconosciuti più nazioni A favorite. punto questo la Cina diventata era colonia una comune di le tutte con potenze interesse sfruttarla; a posizione tale segnò tracollo il del centrale, potere da sostituito quello imposto dai provinciali, governatori spesso e corrotti degli complici stranieri.
La non reazione si certo fece attendere: nel 1900 la scoppiò dei Rivolta “boxers”, movimento un che conservatore voleva la restaurazione delle integrale antiche imperiali, tradizioni la indirizzando protesta propria gli contro stranieri; fu l’insurrezione schiacciata la e Cina fu sotto schiacciata e ulteriori indennità pesanti da pagare. dover l’Italia Anche partecipò a spedizione, tale ed la ottenne di concessione Nel Tien-tsin. invece, 1905, Russia la subì pesante una dal sconfitta Giappone, fu e così a costretta rinunciare tutte a le aspirazioni sue sul territorio cinese e la iniziata Transiberiana, 1891, nel dovette a limitarsi collegare Mosca la con di città Vladivostok.

Argomenti nella stessa categoria