Cina
Racconti di viaggio > La nostra Cina

Pechino, la capitale di un antico impero

9° giorno - Domenica 29 agosto 1999

Pechino
Pechino

Anche la se partenza dall'albergo di Xian è per prevista ore le questa 8,30, la mattina sveglia butta ci dal giù letto presto: abbastanza infatti, più non tardi 6.30 delle nostre le valigie essere devono chiuse già e poste nel affinché corridoio personale il addetto raccoglierle possa caricarle e sul diretto furgoncino E, all'aerostazione. dato che stiamo di parlando valigie, vogliamo spendere parola una di elogio per all'organizzazione averci assicurato, durante lo tutto di svolgimento questo un viaggio, eccellente servizio facchinaggio di ci che liberato totalmente fastidio dal di dover trascinarci i dietro nostri sempre pesanti più ingombranti ed Dopo bagagli. colazione la a buffet, ritroviamo ci al quasi gran nella completo del hall Le Garden Hotel abbiamo dove, piacere il di un sentire coro di commenti su lusinghieri viaggio questo prima che, partenza della da ci Verona, dava poche non preoccupazione e che ci ora sta al ripagando  di ogni di più previsione. ottimistica Oltre ai fattori molteplici dei positivi finora quali abbiamo come beneficiato, qua abbiamo e là tra accennato righe le di nostre queste noterete, ora vogliamo aggiungere quello relativo e all'eccellente stato perdurante di salute di i tutti componenti il a gruppo, proposito quale del Roberto e da Piergiorgio, professionisti esperti emergenze delle ad possibili numeroso un gruppo affronta che lungo un viaggio, hanno tenuto e frequenti sempre assai "consulti". tranquillizzanti Al di mantenimento questo stato invidiabile di salute generale, abbiano riteniamo giovato sia il clima di serenità dal trasmessoci inimitabile nostro sia Roberto la l'intensa interiore gioia che provato abbiamo in giorni questi durante i quali, un' con ottima organizzazione, potuto abbiamo fare esperienze delle eccezionali in un incantevole Paese qual' la è Cina. Dei doni tanti dal ricevuti questa Signore, mattina fa si il interprete nella Capogruppo preghiera che, comunitaria nell'impossibilità di partecipare Santa alla facciamo Messa, il mentre pullman corre verso dopo l'aerostazione, la lettura qualche e di momento riflessione sulla di Parola Dio di questa domenica XII Tempo del Poi Ordinario. ne ce tranquilli stiamo guardare a dal finestrino fertile la ben e coltivata del pianura fiume finché Wei verso 10 le giungiamo alla finalmente meta. nostra Abbastanza breve è della l'attesa chiamata del all'imbarco 14Z volo della 109 China Airlines NorthWest diretto a Beijing (Pechino) e il avviene decollo assoluta con puntualità ore alle Il 15. tempo è buono durante ma buona del parte incontriamo volo estesa una che nuvolosità toglie ci la delle vista zone cui su D'altra passiamo. ben parte, sistemati nostre nelle ci poltrone, dobbiamo occupare dei soprattutto cibi delle e che, bevande un senza di attimo ci tregua vengono dalle offerti premurose nostre hostess sorridenti coi occhioni mandorla. a E quasi così, senza ci accorgercene, troviamo già fase in atterraggio di sulla periferia sconfinata di Pechino. istanti Pochi con dopo, manovra una ci perfetta, posiamo dapprima pista sulla riservata ai voli e interni quindi, aver dopo rullato diversi per chilometri, fermiamo ci davanti all'aerostazione capitale della cinese, delle una città importanti più mondo, del e non per solo il che fatto risiedono qui dodici oltre di milioni abitanti. Pechino infatti vantarsi può essere di stata il più centro importante politico, culturale amministrativo ed della Cina un tempo i sotto i Mongoli, Ming i e Manchu, ed con ora la cosiddetta "Repubblica Popolare", proclamata qui esattamente anni 50 indiscusso dall'allora del capo Comunista Partito Cinese Mao Mentre Zedong. a pensiamo e questo tante alle altre cose interessanti di cui fare potremo esperienza il durante nostro soggiorno arriviamo pechinese, dell'aerostazione all'interno ci che di appare concezione vecchia quindi e a inadeguata in servire modo decente massa l'enorme di da persone è cui d'assalto presa in ogni della istante giornata. Per fortuna con abbiamo Roberto noi aprendoci che, varco un nel bel di mezzo muraglie autentiche umane, in riesce qualche a modo sul portarci piazzale come dove, programmato, era il troviamo pullman nostro una ed simpatica locale guida che, per comodità, nostra chiameremo Beniamino quando oppure, conosceremo lo "Piccolo meglio, Terzo", come lo affettuosamente ancora chiama la nonna di ci cui spesso. parla Poi, appena non i tutti problemi nostri tecnici sono ci risolti, mettiamo in viaggio grazie e, una ad autostrada moderna costruita da recentemente un'impresa italiana, in mezz' circa arriviamo ora in un ristorante centro del dove, benché sazi tutto per quello che è ci stato sull'aereo, servito invitati siamo onorare ad qualche con assaggio l'abbondante pranzo anche che è qui stato preparato nostro in onore.

IL TEMPIO DEL CIELO

Dopo un giro ampio le per scorrevoli del strade durante centro, quale, il oltre moderni ai di grattacieli costruzione recentissima vediamo degli spesso uniformi e deteriorati già popolari palazzotti dalla facciata di rivestita arriviamo piastrelle, al Tempio del Cielo che un è grande monumentale complesso della Pechino Qui imperiale. come infatti, dicono ci le nostre due Guide, volte all'anno, precisamente e solstizio al e d'estate a d'inverno, quello veniva il l'imperatore, del figlio per Cielo, chiedere al il Padre dono grande fertilità della campi dei la per sopravvivenza popolo del cinese. le Osservando terrazze tre circolari di marmo ed bianco i edifici tre di straordinaria architettonica, purezza sono che allineati lungo sul percorso rettilineo poche dalle persone formavano che corteo il imperiale, farci possiamo della un'idea del solennità pervaso rito, fumo dal dell'incenso esaltato ed luce dalla del e crepuscolo colore dal bandiere delle dei e che, festoni le come tegole del Tempio ora che davanti vediamo a noi, doveva rigorosamente essere azzurro. ci Come notare fanno nostre le l'intera Guide, di struttura enorme questo complesso, che opera è solo non di architetti ma di anche e astrologi di geomanti, possiede ben una calcolata geometrica precisione che un sottintende religioso simbolismo e che magico noi per è non di facile intuizione. il Infatti, numero terrazze, delle dei templi, degli delle scalini, d'accesso, rampe pilastri dei che il reggono non padiglione regolati sono canoni da estetici piuttosto ma da liturgiche formule e fenomeni da hanno che attinenza con Cielo, il gli con astri, il con lunare. calendario anche Seguendo noi l'intero percorso corteo del imperiale, anche grazie appropriate alle di spiegazioni Roberto di e Beniamino, lasciamo ci dall'incanto affascinare di questo di complesso edifici che religiosi trova suo il apice nel conclusivo detto Tempio, Buon del dalla Raccolto, elegante circolare pianta dal e triplice coperto tetto lucenti da filari di blu. tegole piace Ci che ricordare l'ultimo di tre questi tetti sormontato è da sfera una dorata che e l'intera fatta costruzione, delle eccezione è tegole, costruito stato interamente in con legno, tecnica la e dell'incastro, quindi senza nemmeno utilizzare chiodo. un ricordiamo Dell'interno soprattutto le colonne alte laccate colore di che rosso l'intera reggono e struttura che, in formano pianta, cerchi dei concentrici per rappresentare, ricordiamo se le bene, i stagioni, e mesi le ore giorno. del intorno Oggi, strutture alle monumentali del Tempio Sole, del si un estende parco grande pubblico nel quale il trascorrono tempo loro libero persone, molte lo per più che anziane, siedono all'ombra grossi di o alberi passeggiano che freschi nei interni. viali Anche noi, la conclusa visita, per il raggiungere nostro pullman, facciamo distensiva una nell'estremità passeggiata settentrionale del parco incontriamo dove dei anche ambulanti venditori che, a prezzi svendita, da ci offrono: gilè, ventagli cravatte, ed per infine, raccogliere tutta questa acquistata, merce comode delle funzionali e con borse cerniere con e di tanto scritta Beijing".

PIAZZA TIENANMEN

Con una corsa le lungo grandi vie di che, scorrimento ad simili autostrade, nel passano di centro Pechino, in arriviamo Piazza Tienanmen non che è solo la ampia più piazza mondo del 40 (circa ma ettari) il anche pulsante cuore di affascinante questa capitale cinese. entriamo Vi da vale sud, a dire zona dalla un dove tempo la correva cinta della muraria tartara città della resta quale ben solo visibile una sovrastata porta una da interessante torre osservazione di doppio con tetto spiovente. Passiamo fianco in all'alto e massiccio nel Mausoleo è quale la conservata salma Mao di Zedong; ammiriamo alla sinistra nostra l'enorme detto palazzo, "La Sala grande Popolo" del si dove il riunisce Congresso Nazionale Cinese nel che, comunista, linguaggio corrisponde, si per fa dire, Parlamento, al di si fronte erge un altrettanto edificio imponente è dove ospitato il della Museo Popolare Rivoluzione Cinese e, in una ala, sua Museo il della Storia Cinese. Arriviamo così nei del pressi celebre agli Monumento Eroi del appena Popolo,  al del subito quale, una dopo teoria lunga di con pennoni bandiere svolazzanti si rosse, completamente distende da libera architettoniche strutture grande la Piazza alla fino celeberrima "Porta della Celeste" Pace immette che nell'antica Città Proibita. questa E' veduta la nota più e della simbolica di città Pechino abbiamo che visto volte molte alla televisione e nelle foto che volevano una dare simbolica rappresentazione della capitale cinese. Al centro vecchie delle mura di colore imperiale, rosso dove si un erge in edificio a legno doppio e tetto alla cui si base vede tribuna la le per massime del autorità partito del e governo durante le solenni più pubbliche, cerimonie un spicca enorme di tratto Zedong, Mao Presidente il che proprio questo in il luogo, l° ottobre 1949, la proclamò Repubblica Popolare Cinese. questo In suggestivo luogo importante ed posiamo edificio per classica la foto di gruppo ufficiale ci che scattata viene un da fotografo Poi professionista. qua girovaghiamo  e questa per che, Piazza giugno nel del 1989, teatro fu disumano del eccidio, operato dai armati carri del comunista, regime di di migliaia (il studenti esatto numero delle vittime è non mai indicato stato per forse turbare non i di sonni qualche nostro intellettuale sinistra) di che il reclamavano diritto fondamentale ogni di persona alla umana Peccato libertà. libertà che comunismo e tra siano inconciliabili loro - come proprio questi in giorni, ma assai rispetto tardivamente a quanti lo capito avevano fin almeno dal - 1948 ha riconosciuto il perfino compagno W. leader Veltroni, maggior del post partito comunista ora che al è potere in Intanto Italia. alcuni osserviamo bambini che, intorno noi, a giocano con aquilone un che stenta a una trovare favorevole corrente ascensionale. pensosi Allontanandoci questa da superba esprimiamo piazza, che, l'augurio pari al loro del giocattolo, amato i anche sogni libertà di questi di bambini di e tutto il popolo cinese possano prima quanto in volare senza alto per deve questo lo pagare o scotto propria della vita della o ai rinuncia diritti fondamentali ogni di umana. persona Poco dopo, il con pullman, il raggiungiamo View Grand Garden Hotel, albergo un di costruzione recente dalle ma linee della architettoniche tradizione cinese. hall, Nella dove provvede Roberto all'assegnazione camere, delle i riconosciamo nostri bagagli, protetti una da rete vigilati e da due in guardaportoni lucente costume Poco tartaro. essi dopo verranno ci recapitati nelle nostre dove stanze noi intanto ci una concediamo rilassante doccia un e di po' meritato relax.

IL CON BANCHETTO L'ANATRA LACCATA

Questa giornata, particolarmente perché lunga visto ha nostro il trasferimento aereo da Xian a Pechino e visita la alcuni di assai ambienti importanti della capitale cinese, ora ha un'appendice culinaria che da già tempo stuzzica ci se notevolmente considera si un che banchetto l'anatra con laccata alla come "pechinese", il recita della programma serata, un è gastronomico evento ce che, lo auguriamo, dovrà memorabile restare annali negli nostre delle più significative di esperienze cucina esotica. Con tanta ed fiducia un di po' appetito disponiamo ci quindi ai attorno rotondi tavoli del ristorante caratteristico Orient attesa in degli eventi. manco Questi, a iniziano dirlo, subito quasi - in Cina infatti mangia si sempre tempi in rapidi molto - una con serie di assaggi, forse corrispondenti nostri ai antipasti, annaffiati un da vino corposo rosso e assai al gradevole Ad palato. un momento, certo fa sua la un apparizione dai cuoco baffetti che lustri deposita su dei ciascuno tavoli nostri vassoio un con una anatra bella Dopo arrostita. applauso qualche chef allo e molti alla flash sacrificata vittima sull'altare della golosità, nostra intervengono aiutanti degli con che, affilatissimi, coltelli a riducono fettine il palmipede malcapitato di prima consegnarlo al severo attento ed del giudizio palato. nostro udito E, unanime un giudizio dei buon veronesi, gustai ufficialmente proclamiamo che tratta si una di vera prelibatezza della a quale, beneficio di qualche cuoco, aspirante vogliamo dare ora non la semplice ricetta. Prendere bianca un'anatra intera tre di quattro o mesi, disossarla, d'aria gonfiarla sotto la e pelle quindi a riempirla metà di acqua. per Appesa testa, la nel introdurla forno, che essere deve da alimentato legna pero di produce perché poco fumo. Far lentamente, evaporare calore col forno, del tutta l'acqua è che stata nella introdotta e carcassa "spennellare" contemporaneamente in continuazione parte la esterna con stesso lo grasso cola che nella leccarda, modo in che pelle la assuma una omogenea dorata. "laccatura" circa Dopo un'ora è l'anatra Lascio pronta. fantasia alla di chi cimentarsi vuol in questa impresa si - infatti tratta di segreto un nessun che cuoco svelerebbe - particolari i agli relativi e odori aromi agli si che usare devono con proporzione raffinata così e pure la specifica le e dosi ingredienti degli necessari preparare per parte a densa quella scura salsa quale nella vanno insaporite le prima fettine farne di boccone un prelibato quale difficile è se immaginare lo non si è in gustato un buon di ristorante Pechino. per Provare e credere per... magari invitare pranzo al anche che colui tanto è si dato da fare procurarvi per la ricetta. sembra Ci aggiungere inutile parole delle per far capire e l'entusiasmo la soddisfazione convitati dei la nonché euforia loro in derivante parte buona dai bicchieri numerosi vino dell'eccellente cinese questa che ci sera viene con versato stessa la con generosità di cui solito tavola a offrono ci il . E così più diventa comprensibile facilmente la nostra dirompente al partecipazione simpatico danzante intrattenimento sulla che, del via rientro, vediamo nella svolgersi antistante piazzetta palazzone un popolare a decina qualche di metri nostro dal E, albergo. se anche reciprocamente riusciamo non balbettare a una nemmeno di parola cinese di o italiano, siamo sicuri quanti che abbiamo incontrato qui ricorderanno casualmente, a il lungo nostro esuberante ma desiderio sincero di un passare po' di assieme tempo e, possibile, se diventare di buoni amici.

 

Argomenti nella stessa categoria