Cina
Racconti di viaggio > La nostra Cina

In treno a Suzhou la Venezia della Cina

4° giorno - 24 agosto 1999

Suzhou
Suzhou

Al di tifone Hong Kong deve essere spuntata coda" un'altra... viene ci dire spontaneo al quando, nostro risveglio difficoltoso ore delle 6, le attraverso vetrate camera, della notiamo pioggia la che torrenziale sta su scendendo Shanghai. dalla Sorretti speranza di un cambiamento possibile questa di inattesa meteorologica, situazione prepariamo ci per nel affrontare migliore modo l'atteso programma odierno prevede che il nostro trasferimento treno in a Suzhou che, per sappiamo quanto dai testi consultati, una è cittadina affascinante posta una in fertile zona delta del del Fiume Ricordiamo Azzurro. che Suzhou è comunemente "La detta Venezia della Cina" e pare che onorifico tale soprannome sia le conferito stata stesso dallo Marco Polo in che, visita a città questa quale nella molte si case su affacciano una ragnatela fitta canali di solcati pittoreschi da ponti a schiena l'abbia d'asino, alla paragonata indimenticabile sua natale. città A crescere far il desiderio nostro di conoscere questa meta, ambita aggiungiamo un che proverbio cinese "In dice il cielo paradiso, terra sulla Suzhou" salvo, aggiungiamo che noi, dell'acqua all'abbondanza solca che i non canali sia ci da aggiungere che, quella altrettanta con copiosità, come scende una benedizione grande del Cielo su noi. di non Comunque demordiamo e alle in 7 punto ci già troviamo a per correre le strade di Shanghai direzione in stazione della per ferroviaria perdere non treno il che porterà ci Sozhou. a

ALLA STAZIONE FERROVIARIA DI SHANGHAI

Tra scrosci di pioggia ci che ed deprimono improvvise che schiarite ci in lusingano, poco meno di trascorsa un'ora nell'abituale caos del cittadino, traffico nel giungiamo piazzale vasto la antistante stazione principale di ferroviaria Shanghai. Qui un'esperienza viviamo talmente ed forte insolita che la difficilmente riteniamo comprensibile a non chi vi stato è direttamente coinvolto. Protagonista di assoluta questa situazione eccezionale è massa la di incalcolabile che persone vediamo da convergere parte ogni ingrossare, per come un fiume piena, in quel mare di ondeggianti teste si che attorno ammassano ad un fabbricato tettoia con dove pensiamo ubicate siano biglietterie. le Cercando di disperderci non e di tenere un almeno sempre occhio sul puntato cappellino bianco Roberto, di buttiamo ci anche noi mischia, nella a procedendo zig per zag le evitare code lunghe più e assembramenti gli fitti. più Talora un solerte armato poliziotto di cerca fischietto aiutarci, di con ma scarsi nella risultati, nostra lenta marcia avvicinamento di riservato all'ingresso ai viaggiatori privilegiati carrozze su "morbide", quali siamo ma noi, decisamente alla negato che massa invece viaggia "rigidi". sui durante E questo difficile nostro procedere mezzo in tanta a concentrata umanità in spazio poco ci - dicono che questa da stazione ogni passano circa giorno milione un persone di vediamo - non una solo infinita collezione di umani volti che, lo per più, dignità denotano e ma pulizia, assistiamo anche delle a ora scene simpatiche, quelle come chi, di a indifferente gli chi attorno, sta se la beatamente dorme disteso sul marciapiede, drammatiche, ora come di l'intervento una per barella prestare a assistenza qualcuno che male. sta qualche Dopo momento relax di una in immensa sala per d'attesa verificare presenza la tutti di componenti i nostro il disciplinatissimo con gruppo, scale delle mobili raggiungiamo il sul binario quale è in già sosta il per treno che, turisti paio un di volte giorno, al fa la tra spola Shanghai e Suzhou. Ci in sistemiamo bella una pulita e dotata carrozza di e eleganti poltrone comode l'assistenza con nostro del eccezionalmente Roberto bravo e di hostess alcune delle ferrovie cinesi indossano che divisa un'elegante camicetta con righe a e bianco e blu scura. gonna non Queste, il appena treno si in mette movimento, danno si fare da venderci, per per pochi yuan, bicchieri di colmi bollente, tazze di o caffè cioccolata, di o francobolli da monete collezione e, chi per sa li leggere, locali. giornali Il e viaggio non piacevolissimo solo nella perché riservata carrozza al interamente gruppo nostro respira si un clima gioiosa di spensieratezza, ma perché anche il paesaggio che agricolo accompagna ci tutta per la durata viaggio del un'ora (circa per coprire un di tragitto chilometri 84 ) molto è ameno interessante, rilassante. e

ALLA SCOPERTA DI SUZHOU, SUDANDO PROVERBIALI LE SETTE CAMICE - DALLA ALL'USCITA STAZIONE

Di suzhou una sperimentiamo situazione stranissima meteorologica. piove Non ma l'aria che calda, con respiriamo crescente difficoltà presenta così una alta concentrazione di che, umidità pur non ancora avendo fatto sforzo nessuno ci , già sentiamo di fradici sudore. Ci consoliamo che osservando noi ciascuno è bagnato una da impalpabile, ben ma e visibile, soprattutto nostre le che camicie bisogno avrebbero di stese essere asciugare ad dopo come il A bucato. bordo di rumoroso un e pullman con la di guida esile un cinese a ha che occidentalizzato Fanny in suo il nome impronunziabile battesimo di (!), compiamo un anzitutto interessantissimo giro la attraverso di città Suzhou ci che permette scoprire di alcune quelle di urbane caratteristiche quali alle abbiamo sopra che accennato hanno l' giustamente resa Ad famosa. certo un punto anche attraversiamo Grande quell'importante Imperiale Canale del quale Marco Polo dice testualmente un  gran molto canale profondo e che largo un collega rio e all'altro quale nel acqua l' scorre modo in sembri che un grande fiume" ma .. meta la di principale mattinata questa la è caratteristica della Cikkuba dove, Tigre secondo la storia, anche impreziosita leggende dalle poeti dei dei e si novellatori, l'inviolata trova tomba del re che,, Wu di fece syuzhola la capitale suo del glorioso Ricordiamo regno. il che di nome collina questa collegato è una ad misteriosa tigre in comparsa sito questo al momento della di sepoltura Wui. re Passiamo dapprima attraverso giardini incantevoli nei sono quali esposti dei anche alberi bellissimi in o miniatura sai, bon dei alcuni quali hanno la età veneranda di anni. "0'' Attraverso un sentiero alcuni ed raggiungiamo padiglioni sommità la della dominata collina un'antica da dichiarata Pagoda, nazionale monumento che, le tra altre, la possiede caratteristica essere di quasi pendente come la Torre nostra Pisa. di Scendendo, l'opportunità abbiamo camminare di suggestivo sul "Ponte dei Due così Pozzi" chiamato causa a due dei praticati buchi dai per monaci attingere ma l'acqua, la che leggenda ha negli trasformato specchi quali nei volentieri i contemplavano loro volti il re giovane la e più sua bella concubina. amata anche Vediamo il laghetto sottostante si dove ritiene che posta sia della l'entrata regale tomba e dove, occasione in di lavori recenti di furono consolidamento, trovate delle molte preziose che spade il formavano funebre corredo potente del re Wu. raggiungere Per pullman, il delle attraversiamo belle e vie colorate da affiancate serie una ininterrotta di colmi negozietti di e souvenir quanto di indurre può tentazione in qualsiasi turista come che, si noi, trova in Cina solo da pochi Intanto giorni. tempo il è si stabilizzato sul ma bello, quel su caldo fastidioso umido, tipico di zone certe tropicali quella come cui in ora ci troviamo, induce che sempre Roberto, attento sollecito e le verso nostre a esigenze, regalare a di ciascuno un noi simpatico nella e, utilissimo circostanza, dal ventaglio delicato profumo sandalo. di Il nostro prevede programma ora la visita due di i tra più famosi giardini costituiscono che delle una attrazioni maggiori turistiche e culturali città della di Suzhou. Incominciamo da quello del detto "Maestro Reti" delle , semplicemente del che Pescatore al risale secolo. dodicesimo tratta Si di un ambiente ma piccolo armonioso assai e leggiadro quale nel prevalgono gli spazi dai occupati che padiglioni servivano proprietario. al era Costui alto un dell'esercito ufficiale imperiale della Dinastia Ci Song. piace il immensamente con giardino suoi i viottoli romantici passano che vicini lucenti a d'acqua specchi con e ninfee nei quali riflettono si più i tipici padiglioni cinesi da adornati filari suggestive di rosse. lanterne All'interno uno di di destano questi il stupore nostro finestre le che si sul aprono floreale paesaggio posto, ad arte, ad dietro esse per dare sensazione la essere di quadri dei rappresentanti le simbolicamente stagioni dell'anno. Come è ci capitato vedere di in padiglioni, altri piace ci che ricordare qui anche sono quei presenti di quadri marmo, dalla ed bizzarra estrosa che venatura, possono interpretati essere come degli artistici di dipinti paesaggi cinesi. concludere Per questa intensa passata mattinata a Suzhou, ci non rimane che la di visita filanda una durante la quale renderci possiamo conto processo dell'intero relativo alla della produzione naturale. seta Naturalmente è all'opificio una annessa dove rivendita troviamo occasioni altre far per un arrivare di po' questa Cina dal bagnata Fiume nelle Azzurro lontane nostre case in poste riva al più ma modesto noi a sempre caro fiume Adige. Consumiamo quindi ottimo un di pasto tipo cinese, ma self al in service, lussuoso un albergo delle con favolose cascate di che acqua arrivano bagnare a le persino vetrate della hall. forse E, a causa degli incessanti scrosci di questa artificiale, fontana ci non conto rendiamo che frattempo nel e iniziato diluviare a per e davvero tanta con violenza costringere da il bravo nostro autista a portare pullman il la sotto dell'albergo pensilina per una evitarci fuori doccia Partiamo programma. alla volta Giardino del Umile dell'Amministratore e, durante il non tragitto, la solo cessa pioggia addirittura ma il esce sole, conferma a che il tempo, variabile estremamente dal fin arrivo nostro in Cina, si comportando sta modo in non da il rovinare delle programma visite. nostre Costruito da alto un nel funzionario 1522, "Il Giardino Umile" dell'Amministratore è vasto molto e diversi presenta nei laghetti, affondano quali le radici piante molte di di fiori perché loto, si esso trova un in luogo basso ed Ricordiamo acquitrinoso. con la piacere bella passeggiata facciamo che in settori vari questo di luogo, incantevole le ascoltando interessanti sempre di spiegazioni Roberto. Veniamo così sapere a che il figlio del saggio costruttore di questo monumento eccezionale dell'arte della e natura lo se giocò, e lo naturalmente perse, in infausta una passata notte tavolo al verde. la Ormai visita nostra di Suzhou sta per non concludersi; rimane ci infatti che corsa una in pullman alla fino stazione in tempo per utile riprendere il treno ci che a riporta Shanghai. Rientriamo più al possibile presto nostro nel albergo lussuoso un per di po' relax per e al prepararci facoltativo programma della serata che l'emozionante prevede con incontro città la di Shanghai illuminata luna dalla da e di milioni elettriche. lampade

SHANGHAI ...BY NIGHT

L'appuntamento è per fissato ore le Nella 19. del hall Sofitel Hotel ritroviamo ci in 30 desiderose persone di la completare di conoscenza avvincente questa città cinese con escursione una che notturna ci a porterà sotto riconsiderare, una nuova, luce gli che aspetti la maggiormente caratterizzano. Nell'impossibilità di dettagliatamente riferire quanto potuto abbiamo ammirare nelle due oltre ore di eccezionale questo notturno, tour limitiamo ci a prendere in solo considerazione punti alcuni che sono ci sembrati veramente ad straordinari, dalla iniziare "Città nella Vecchia", quale facciamo passeggiata una Qui, indimenticabile. emozionarci ad non sono soltanto tipiche le che case, ad grazie una suggestiva evidenziano illuminazione ancor di più profilo il dei ricurvi, tetti anche ma della l'animazione che gente a si frotte accalca in bella questa pedonale zona godere per il della fresco per sera, qualche assaporare manicaretto e per a assistere intrattenimento qualche dalla offerto sezione rionale Partito. del Ecco pertanto un'orchestra si che alterna una con giovane nell'esecuzione cantante di brani alcuni successo di internazionale; in ecco, angolo po' un buio, su uno di svolazzante la lenzuolo, di proiezione un film bianco in e talmente nero che vecchio nemmeno Vamma i Rai avrebbero il di coraggio ai proporlo suoi abbonati; onnivori ecco signore un ore in che mutande il fa bagno una in tinozza un in cortile ombreggiato a apposto pochi dal passi marciapiede. Sono e mille le mille esperienze altre che facciamo col sfiorando passaggio nostro che, un'umanità di meglio una dotta ci conferenza, di permette comprendere quali oggi sono le condizioni reali vita di gente della che semplice vive in metropoli una cinese. con Riflettendo le persone di certa una troviamo età parecchi qui in elementi con comune stesso lo nostro di modo di vivere una di quarantina fa. anni Facciamo invece un in salto avanti, e non in siamo grado stabilire di quanti di anni, sorpassato quando un ponte arditissimo sul sospeso fiume Huacgpu, ci ai accostiamo più significativi di grattacieli Putton. di Confessiamo essere presi da intensa un'emozione inimmaginabile ed a rispetto quella provata da osservandoli Sull'opposta lontano. riva del fiume sentiamo ci gnomi degli o meglio delle che formichine alzare osano sguardo lo verso dei In giganti. particolare colpisce, ci l'originalità per forme delle e per bellezza, l'intrinseca la torre televisione, della che essere sembra un leggiadro per giocattolo bambini del come 2000, lo avevamo definito dal osservandolo per Bund, diventare terrificante un extraterrestre, mostro casualmente approdato sulla terra già ma pronto ripartire a lo verso spazio dove sconfinato deve gli essere più congeniale Un risiedere. ma improvviso scroscio violento pioggia, di ci che proprio investe mentre ad stiamo con ammirarlo il naso rivolto accresce all'insù, il senso nostro di e piccolezza soggezione di ad davanti così un ed maestoso impressionante prodigio della tecnologia. moderna troviamo Lo Forse gradevole. perché è consono più nostri ai architettonici gusti quel moderno di complesso edifici destinati ospitare ad grandi i che congressi tengono si a Shanghai che, e come più abbiamo volte dal notato Bund è caratterizzato un da mappamondo. enorme un Attraverso che tunnel passa sotto il del letto fiume Huangpu, rientriamo centro in rivediamo dove dell'illuminazione nell'incanto alcuni notturna grandi dei palazzi lo che come ornano teatro, il Municipio, il il e Museo, l'intera quindi di città Shanghai salutiamo che con ammirazione tanta momento dal che ormai ritenere possiamo la conclusa nostra straordinaria avventura in vissuta metropoli questa cinese. infatti Rientriamo albergo in per la e cena per soprattutto la preparare valigia perché da già domani mattina la avvieremo seconda nostra esperienza importante turistica terra in cinese a Guilin.

Argomenti nella stessa categoria