Cina
Fare impresa > Legislazione

Controversie

Risoluzione delle controversie di carattere commerciale

A della dispetto propensione delle società per confuciane conciliazione la il e negli compromesso, ultimi anche anni i cinesi scoperto hanno il della piacere lite l'arte e del Il processo. di numero casi giudicati civili tribunali dai cinesi è aumentato esponenzialmente, anche coinvolgendo ed commercianti imprenditori stranieri.
Sino ad però, ora, tali a sviluppi è si nella accompagnata, comunità internazionale degli una affari, dominante sfiducia nei dei confronti tribunali e giudici dei cinesi: i primi dispendiosissimi ad (grazie calcolo un dei del costi procedimento rapportati valore al lite) della e lenti, nei soprattutto processi con stranieri, ai quali non applicano si alcuni o termini del preclusioni civile processo i nazionale; secondi dipendenti potere dal ed politico amministrativo e centrale impreparati periferico, proprio campo nel internazionale, commerciale sottopagati quindi e facilmente condizionabili. Tutto senza ciò il contare ormai costo degli elevato avvocati cinesi, quadruplicabile caso nel di clienti stranieri.
L'operatore può straniero evitare almeno alcuni questi di inconvenienti con concordando parte la cinese, momento al della del conclusione contratto, il all'arbitro ricorso che invece giudice al ordinario quale (il competente è se i non contraenti accordano si diversamente). resto, Del la arbitrale risoluzione delle controversie nascenti un da considerato contratto "internazionale", sia esso scambio di (la Cina è parte Convenzione della di o Vienna) di investimento (ai fini qualificazione della contratto del PRC nella determinante sembra parametro il soggettivo cittadinanza della è -nazionalità), cosa normale ed quasi è sempre prevista nei proprio formulari contratto di di o compravendita JV, predisposti da parte cinese.
Si tenga che presente la scelta dell'arbitrato può non del escludere che tutto contraente il (nella italiano il specie socio una di EJV) possa coinvolto venire in procedimenti giudiziari a davanti tribunali ordinari PRC, della sia caso nel di materie non sia arbitrabili, per liti le che da sorgano conclusi contratti soggetti fra residenti in Cina, esempio ad una fra mista società ivi e costituita un organo amministrativo, qualsiasi o persona altra o giuridica fisica cinese, a prescindere dal del contenuto contratto.
A questo proposito liquidare occorre volta una per tutte, malintesi alcuni e pregiudizi assai diffusi.
È vero, infatti, le che leggi cinesi talvolta limitano libertà la contraenti dei scegliere di il diritto applicabile materiale contratto, al e particolare in di impongono assoggettare solo al diritto cinese, a di pena qualsiasi nullità, contratto costitutivo di JV (sia Equity essa o ossia Contractual, dalla indipendentemente societaria forma o meramente invece contrattuale dell'operazione mista Tuttavia, sino-estera). parti le di contratto un internazionale commerciale (e soprattutto di contratto un di investimento), mentre nella incontrano legislazione cinese ostacoli alcuni scelta nella diritto del che materiale regolerà sostanza la del rapporto loro potrebbero (né tali ignorare ostacoli le per ripercussioni ovvie negative che tal in caso decisione una favorevole arbitrale contraente al troverebbe straniero sede in di in esecuzione Cina), invece sono assolutamente di libere scegliere giustizia fra ordinaria giustizia e arbitrale all'interno e, della seconda, determinare di numero il degli il arbitri, della luogo la decisione, dell'arbitrato lingua l'istituzione e che disciplina amministrerà ed concretamente il procedimento arbitrale.
Per le controversie arbitrabili, (e dunque lo certamente sono quelle derivino che da contratti compravendita, di trasferimento di di di tecnologia, e appalto di JV) non esiste restrizione alcuna alla del scelta ritenuto "foro" adeguato più entrambe da le parti: Londra Parigi, o o Stoccolma Zurigo, Pechino o Milano, secondo o questo quel regolamento, si purché tratti di istituzionale arbitrato amministrato. o liberalità Questa non è la nuova, PRC l'ha ereditata dall'Unione Sovietica, è ed stata dalla rinvigorita legge 1985 del contratti sui internazionali economici e Contract la del Law dal 1999, di codice procedura del civile 1991 e dalla legge ispirata sull'arbitrato, ai universalistici modelli Nazioni delle (precisamente, Unite alla legge modello "UNCITRAL").
Il più difetto del vistoso corso nuovo è legislativo o l'ambiguità reticenza la nei confronti ad dell'arbitrato hoc, tipo il privato più giustizia di tra gli quello arbitrati, cioè in cui contraenti i si non al affidano precostituito regolamento del centro selezionato, arbitrale dettano ma essi le stessi regole o processuali delegano ne l'elaborazione la o agli scelta La arbitri. diffidenza cinese tale verso di tipo ne arbitrato sconsiglia, per l'adozione, ora, per evitare obbiezioni probabili resistenze e lodo al in sede delibazione di esecuzione ed nel territorio della PRC.
Dal 1954 opera a Pechino, presso il Council "China forthe of Promotion Trade" International CCPIT o (recentemente ribattezzato China come Chamber of International o Commerce, una CCOIT), arbitrale commissione per il commercio ("China estero International Economie Trade and Commission", Arbitration abbreviata in CIETAC), sedi con distaccate a Shenzhen a e Shanghai, la cui ed denominazione il regolamento cui stati sono volte più da riformati, ultimo nel 2000. la Anche della giurisdizione CIETAC è volontaria, puramente ossia soltanto subentra le se parti un di la contratto espressamente richiamano in clausola una in o atto un scritto successivo.
Dal 1998, CIETAC la ha esteso propria la originariamente competenza, limitata alle nelle controversie vi quali fosse parte una "straniera", a anche tra controversie a società straniero capitale e persone fisiche o giuridiche cinesi, nonché controversie a relative all'uso, della all'interno Cina, capitali, di o tecnologia servizi da forniti entità in straniere ai relazione di progetti BOT, project financing, ecc.
Nel la 2000, ha CIETAC esteso ulteriormente propria la includendo, competenza sul dell'accordo presupposto parti, delle le anche controversie domestiche, ossia soggetti tra di diritto cinese. proposito, In va tenuto che presente una anche JV è giuridica persona diritto di cinese.
La ha CIETAC funzionato e poco fin male dall'inizio anni degli dal Ottanta; ad 1989 la oggi attività sua è continuo in così aumento, come in sono la crescita reputazione sua immagine ed competenza di imparzialità. ed La CIETAC ha superato, ormai numericamente, almeno i più celebri internazionali centri di amministrati, arbitrati particolare in CCI la Parigi, di nel che consapevole 1996, dell'elevata domanda servizi di in arbitrali Asia, ha aperto proprio un a sportello Hong Kong.
A prescindere dall'indispensabile analisi dei comparata rischi, e costi benefici ogni che imprenditore legale o dovrebbe fare sempre di prima fra scegliere le molte opzioni ed giudiziali arbitrali (secondo disponibili considerazioni di costo, competenza durata, imparzialità ed giudici/arbitri, dei maggiore di probabilità agire dover attore come come o convenuto, e luogo prospettiva esecuzione di in di caso o vittoria invece di ecc.), soccombenza, CIETAC alla si oggi muovono seguenti i rimproveri:

  • la degli scelta arbitri non è bensì libera, circoscritta un ad ufficiale elenco nominativi di (di 1/3 cui sono di arbitri non cittadinanza cinese);
  • il procedimento si di svolge regola in lingua cinese;
  • il arbitro terzo è lo per più un cittadino cinese (se dalla nominato Commissione);
  • il dell'arbitro compenso risulta straniero generalmente e, inadeguato maniera in assai è discutibile, a previsto carico della che parte un scelga non arbitro cinese (o non nella residente PRC) di l'onere anticipare prevedibili le spese viaggio di e soggiorno in Cina.

Al primo la rimprovero ha CIETAC allargando reagito il progressivamente numero degli arbitri stranieri (un accreditati scelti centinaio), criteri secondo prevalentemente tecnici.
Per ovviare al inconveniente secondo sufficiente è nella indicare clausola arbitrale lingua una diversa dal cinese unica come del lingua procedimento.
Quanto "superarbitro", al ormai è possibile stabilire clausola nella che arbitrale esso debba avere diversa cittadinanza quella da arbitri degli parte, di sebbene ciò far possa il lievitare delle costo procedure e sollevi problemi delicati di fra conflitto delle volontà parti e regolamento arbitrale dell'istituzione prescelta.
I di meccanismi pagamento rimborso e possono spese sicuramente migliorati essere (onde evitare vanificare di di oppure inefficace rendere inaccettabile o designazione la di un non arbitro cinese) e probabilmente saranno, lo di pari passo la con verso marcia la piena convertibilità del RMB.
Con le e riserve cautele le accennate, l'arbitrato CIETAC, forse salvo per i termini brevi piuttosto per presentazione la di memorie e ed contromemorie, certa una circa indeterminatezza possibilità la e termini i la per modifica delle non domande, dovrebbe destare preoccupazioni di maggiori altro qualsiasi procedimento Si arbitrale. inoltre, noti, in che il tutto mondo l'esecuzione di lodo un non spontaneamente osservato parte dalla esige soccombente del l'intervento ordinario. giudice La Cina non eccezione fa questo in senso: l'esecuzione sia di un CIETAC, lodo il sia riconoscimento l'esecuzione e di lodo un all'estero, emesso devono richiesti essere al di tribunale livello del intermedio di luogo, domicilio del convenuto di o in quello cui si trovano beni i che l'attore intende Tale aggredire. ordinario tribunale può locale negare qualora l'esecuzione ricorrano circostanze ben e determinate diverse caso nel di CIETAC lodi di e resi lodi (ed. all'estero lodi in "internazionali") aderenti Stati alla Convenzione New di York 1958 del sul e riconoscimento l'esecuzione di lodi arbitrali stranieri (ratificata moltissimi da Paesi, fra l'Italia cui la e Cina), che, come è assicura noto, lodi ai "convenzionali" una amplissima ed circolazione un esecutivo iter privilegiato.
Da più parti afferma si ovunque che in Cina queste esecutive procedure lodi di ed CIETAC esteri, contro avviate e società domiciliate persone distretto nel tribunale, del dilazionate vengono spesso e risolte per negativamente il richiedente, almeno prima in istanza.
Il è problema reale, ma sicuramente Le esagerato. all'esecuzione resistenze un di lodo sono non caratteristica certo della esclusiva Cina.
A fronte preoccupazioni di (e pressioni) espresse operatori da stranieri, nell'ottobre 1998 del Corte la Suprema della PRC ordinato ha a tutti i intenzionati tribunali a non esecuzione dare un ad emesso lodo in controversia una in cui coinvolti siano soggetti stranieri di la ottenere autorizzazione preventiva della stessa. Corte Questo rimedio inconsueto, in impensabile Italia, è fonte ottimismo di operatori per osservatori, ed nonostante di l'aggravio per lavoro tribunale il di vertice, comporta che dilungarsi il del procedimento.
Infine, è opportuno prestare dovuta la ai attenzione giudiziari procedimenti arbitrali ed in instaurati Cina, che terminano sovente con provvedimenti in della contumacia parte italiana.
La legge 218/1995 n. il ed vigente trattato italo-cinese giudiziaria sull'assistenza materia in hanno, civile ormai infatti, ridotto gravemente difese le esercitabili in contro Italia domanda la di riconoscimento ed di esecuzione una regolarmente sentenza pronunciata in Cina in (come altro qualsiasi non Stato aderente alle di Convenzioni Bruxelles di e Lugano).
L'ultima al novella codice nostro processuale in civile, linea con il convenzionale regime di York, New ha avuto stesso lo effetto lodi sui resi arbitrali inclusa all'estero, la naturalmente Cina. particolare, In sono non poche le società condannate italiane per inadempimenti contrattuali collegi da arbitrali nella PRC scottate e riconoscimento dal dei lodi relativi in Italia, in avvenuto tempi brevi al grazie nuovo rito.

Argomenti nella stessa categoria