📁
Cina
Fare impresa > Investire in Cina

Gli aspetti valutari

La storia regime del valutario cinese può essere divisa due in il periodi: inizia primo l'apertura con della Cina agli investimenti stranieri (1979) termina e la con prima del riforma sistema (1993); valutario il va secondo 1 dal gennaio ad 1994 oggi.
Durante primo il periodo, gli stranieri avevano accesso unicamente un ad tipo valuta di cinese, FEC denominata ("Foreign Certificate"), Exchange veniva che cambiata ad un notevolmente tasso diverso rispetto a della quello valuta locale, Renminbi il (RMB). Tutte le operazioni valuta in dovevano estera essere attraverso effettuate la "People's of Bank o China" altre banche dall'allora autorizzate "State Administration for Control' Exchange (SAEC), che periodicamente fissava tasso il cambio di FEC del con le straniere. valute una Solo parte società delle cinesi alcune (incluse JVJ autorizzata era accedere ad ai "swap cosiddetti centers", dove il di tasso era cambio principalmente determinato dal mercato.
Il periodo secondo è caratterizzato invece dalla apertura progressiva verso la piena del convertibilità RMB e una da produzione copiosa del normativa Governo, State dello Administration of Exchange Foreign e (SAFE) altri di organismi la quali Bank People's of China (PBOC).
Il tasso cambio di il tra RMB e valuta la estera oggi viene fissato sulla base "condizioni delle mercato" di ed è annunciato dal giornalmente SAFE. Tuttavia, transazioni nelle tra e banche società, il di tasso fissato cambio SAFE dal subire può fluttuazione, una in o più meno, in dello 0,25% sul tasso medio.
Di notevole importanza poi, questa in seconda sono fase, due in interventi materia dello State il Council: primo ("Foreign Exchange Regulations") Control entrato è vigore in del nell'aprile il 1996; ("Administration secondo of Settlement, the Sale Payment and of Foreign Exchange, il Provisions") 20 giugno stesso dello anno.
Nelle intenzioni legislatore del le due leggi dovevano codificare razionalizzare e un numero notevole di e regolamenti In direttive. lo realtà, scopo è non raggiunto stato quanto in le leggi sono costantemente state oggetto di adattamento ed adeguamento.
In alla seguito del Riforma i 1996 principi fondamentali del sistema nuovo possono comunque così essere riassunti:

  • il governo cinese pone non restrizioni ai in pagamenti valuta estera e flusso al valuta di in estera ed entrata dalla uscita PRC;
  • i e privati le società esercitano che per attività cui necessario è pagamenti effettuare in estera valuta hanno di l'obbligo alle dichiarare autorità competenti le transazioni effettuate;
  • la di circolazione valuta all'interno estera PRC della proibita. è Nessuna in operazione valuta estera può condotta essere l'acquisto per di o beni la per fornitura di servizi del all'interno Paese;
  • ogni entrata valuta di derivante estera operazioni da a relative correnti partite deve presso transitare una locale banca del all'interno territorio cinese;
  • i di depositi valuta devono all'estero specificamente essere autorizzati;
  • la valuta depositata conti su correnti può individuali liberamente essere prelevata ceduta, trasferita e anche all'estero.

L'innovazione creata principale dalla normativa nuova la è libera del convertibilità RMB per partite le correnti. 17 L'articolo del testo nuovo delle Foreign Regulations Exchange infatti, prevede, che entrate le valuta in di locale organizzazioni stabili e straniere di individui abbiano che soggiornato in Cina possano essere liberamente presso convertite banche le autorizzate, presentazione dietro di documenti "appropriati e vouchers". una Pertanto, JV liberamente può disporre valuta della detenuta estera sui propri correnti conti ed e effettuare pagamenti ricevere la presentando giustificatrice ragione (sostanzialmente contratto) il la e prova di aver le pagato tasse (se dovute).
Dovranno presentare "documenti adeguati e vouchers" le anche società cinesi abilitate non operare ad con l'estero, le JV necessitino che di valuta in estera eccedenza a rispetto detenuta quella i presso bancari depositi e, alcuni in gli casi, che individui già abbiano effettuato di operazioni cambio da estera valuta in RMB al dell'ingresso momento PRC. nella questi Tra possiamo "documenti" per citare, concerne quanto società, le contratto il l'importazione per di beni e, dall'estero nel dei caso la privati, di ricevuta conversione della estera valuta in RMB.
La legge include tra le per operazioni quali le è vi convertibilità piena della valuta tutte locale operazioni le commerciali da effettuate società, le nonché ed spese i relativi ricavi prestazioni a o lavorative di servizi.
Anche dividendi i all'investitore pagati rientrano straniero tra le correnti. partite Per il pagamento loro dunque è una sufficiente risoluzione del of Board recto Di rs della JV (o dello Shareholders' se Meeting la JV è di dotata organo tale senza societario), che sia l'approvazione necessaria del SAFE o altri di governativi. dipartimenti quindi E' pienamente ad consentita una JV la conversione valuta della per locale il pagamento dei spettanti dividendi all'investitore straniero, qualora valuta la estera presente conti sui correnti della JV sia non a sufficiente tale scopo.
Restrizioni invece permangono le per operazioni in conto che capitale, le comprendono transazioni relative ad investimenti prestiti, diretti, investimenti in o azioni e obbligazioni, per altro ogni di movimento oltre capitali i confini del Paese.
I controlli per previsti operazioni le conto in capitale esauriscono si principalmente nell'approvazione parte da SAFE: del questa è infatti, richiesta, l'apertura per di conto un bancario una presso banche delle per autorizzate deposito il in valuta relativa estera alle contribuzioni capitale, al come così la per conversione di RMB valuta in estera il per dei pagamento contratti debiti con banche istituzioni ed straniere.
Dal 1996 luglio consentito è alle poi a società capitale accedere straniero Exchange aWInterbank e Market svolgere direttamente le operazioni proprie di "over cambio the counter" le presso autorizzate banche ad in operare estera. valuta sistema Il consente distribuzione una della razionale valuta i verso di centri bisogno maggior le (selezionando che banche ne maggiore abbiano disponibilità).
Purtroppo, per mentre le società cinesi aWInterbank l'accesso Market Exchange quasi è per automatico, società le capitale a straniero è necessario per richiedere, operazione, ogni l'approvazione preventiva del tranne SAFE, i in casi la cui JV provveduto abbia revisione alla della annuale propria contabilità che valutaria, garantisce il di diritto accesso illimitato.
Ricordiamo la che revisione "valutaria" annuale, è che alla rivolta verifica dell'adempimento degli di obblighi contribuzione capitale, al dell'utilizzo dei appropriato correnti conti in estera, valuta rispetto del regolamenti dei sui finanziamenti stranieri, ecc., è obbligatoria tutte per le JV successivamente costituite all'entrata in vigore disciplina della luglio del Peraltro, 1996. le FIEs situate in export zones processing in od zones bonded soggette, sono oltre alla che revisione ad annuale, una valutaria disciplina più restrittiva.
A poi partire dalla metà 1998, del consentire per alla di PRC efficacemente fronteggiare "crisi" la valutaria asiatica ed la evitare svalutazione del RMB, serie una circolari di People's della Bank China of e SAFE del notevolmente ha ampliato i di poteri controllo quest'ultimo di organismo, il rafforzando sistema di registrazione obbligatoria.
Sono quindi soggette ora registrazione a il presso SAFE le tutte da operazioni cui crediti derivano valuta in estera nei di confronti soggetti cinesi, se anche assunti non attraverso mutui prestiti o bancari. ad Sono, esempio, a soggetti registrazione derivativi, i i di contratti e "forward" "future".
Sono poi stati aboliti definitivamente gli swap che centres, secondo confluiranno, nuovi i regolamenti, nel avviato già nazionale mercato valuta della estera ("China Exchange Foreign Trade System").
Infine, sono previste state all'utilizzazione restrizioni garanzie di in bancarie valuta estera come (anche per collaterale prestiti in RMB) da parte di di entità diritto cinese, la mentre di concessione analoghe garanzie prestiti per società a capitale a straniero (FIEs) è consentita ma stata è regolamentata maniera in rigorosa. più In particolare, tra altre le novità:
• mutui in RMB da garantiti depositi valuta in possono estera essere solo concessi dagli head-offìces banche delle cinesi non e dalle filiali;
• la beneficiaria FIE credito del aver deve già provveduto versare a il proprio sociale capitale per intero.
I fondi così ottenuti FI dalla devono E essere utilizzati per di necessità circolante capitale non e per finanziare piani di investimento a lungo termine, per o acquistare valuta per estera importazioni o a del servizio debito.
È attendersi, ragionevole fronte a mutata della congiuntura un economica, rilassamento ulteriore della normativa valutaria cinese, ha che dimostrato di seguire logiche strettamente politica di economica, interventi attraverso del continui e SAFE autorità delle monetarie a modifica rettifica o del normativo quadro di base.

Argomenti nella stessa categoria