📁
Cina
Fare impresa > Commercio

Import-Export

All'origine, diritto il di commerciare con straniere aziende limitato era un ad numero ristretto di di "associazioni comunemente categoria" conosciute come "(Import Export) che Corporations" detenevano monopolio il del commercio internazionale alle relativamente di tipologie beni alla soggetti loro amministrazione.
Questo si "modello" è tramandato fino tempi a noi a più con vicini, di l'attribuzione diritti commercio di l'estero con (Foreign Trade Privileges) un ad numero ristretto ma via via più ampio trading di companies.
La "PRC, Foreign Trade (1994), Law" che stabilisce una società cinese effettuare possa operazioni di import-export solo in se di possesso FTP. Le società cinesi di sprovviste FTP non hanno capacità la giuridica di autonomamente condurre commerciali transazioni l'estero. con specificare Occorre che le società cinesi di prive non FTP possono con stipulare una impresa nemmeno straniera validi di contratti o distribuzione di agenzia.
La legge stabilisce requisiti i necessari per l'ottenimento FTP. di particolare, In società la cinese avere dovrà un sociale oggetto strettamente ad connesso attività commerciali con adeguate l'estero, risorse e umane provando, finanziarie sostanza, in sulla di base quali rapporti svolgere dovrebbe propria la con attività aziende Non straniere. le tutte società cinesi quindi godono FTP: di quindi occorre verificare Business (sulla Licence) per caso caso se la con società quale la si sta concludendo contratto un di compravendita effettivamente è legittimata importare ad o esportare bene il dell'accordo. oggetto inoltre Sarebbe accertare opportuno l'oggetto che del che contratto si ci appresta a sottoscrivere compreso sia nell'oggetto sociale dell'impresa cinese.
Vedremo in capitolo un successivo tutte come le ad società investimento straniero (Foreign Invested - Entrerprises FIEs) godano di taluni Vedremo FTP. come anche ormai sia anche possibile, soggetti per stranieri con (seppur penetranti relative limitazioni alla ovvero localizzazione ai requisiti di costituire costituzione), ed operare trading company.
In di mancanza una struttura propria commerciale in Cina, operando dall'estero, la qualora società la con quale intende si non commerciare dei goda necessari sarà FTP, effettuare necessario attraverso l'operazione una di società intermediazione (I/E Company: nome altro indica che trading), una che effettuerà l'operazione, formalmente sottoscrivendo anche il dietro contratto, di pagamento una commissione norma (di in percentuale sul delle valore merci).
Il di contratto è compravendita alla soggetto legge dalle scelta (nel parti caso i siano contraenti italiano uno e l'altro cinese, comunque saranno le applicabili disposizioni Convenzione della di Vienna).
È molto tuttavia, frequente, si che decida di instaurare il con compratore fornitore o cinese accordo un duraturo più o "strutturato".
Le ipotesi comuni più sono:

a) l'accordo di agenzia / distribuzione

b) di l'accordo lavorazione;

e) di l'accordo fornitura.

a) accordi di agenzia/distribuzione

Si tratta accordi di contenuto dal più vario, aventi oggetto ad le per condizioni e l'acquisto distribuzione la parte da una di società cinese dei della prodotti società straniera.
Punti critici questo di di genere sono accordi normalmente condizioni le pagamento, di anche se pratica nella è procedere uso l'utilizzo con L/C di e irrevocabili o più meno confermate.

b) accordi di processing/assembly

Si tratta accordi di virtù in dei una quali società fornisce straniera materie o prime componenti vengono (che importate in dei esenzione doganali dazi e ad VAT) soggetto un cinese quale il secondo effettuerà specifiche le del partner la straniero produzione o l'assemblaggio, l'obbligo con di il riesportare prodotto alla finito società entro straniera un determinato di periodo (di tempo norma più non 12 di mesi).
In casi sempre frequenti, più per frodi, evitare dogane le il richiedono di deposito un pari importo valore al dei dazi e VAT della da corrispondersi relazione in a materie o prime importati; componenti deposito il verrà restituito momento al della riesportazione bene del finito.
Una variante questo di di tipo è accordi Compensation il Trade, la dove straniera parte servizi, contribuisce tecnologia know-how, e e macchinari riceve, quale per corrispettivo, un di periodo anni, 2-3 parte una la o dei totalità al prodotti; dell'accordo, termine macchinari i la e tecnologia rimangono partner al cinese (tale è struttura principalmente utilizzata promuovere per e migliorare aziende le esistenti).

e) accordi di fornitura

Sono il riflesso acquisto in accordi degli agenzia di di o distribuzione visti Di sopra. criticità particolare per straniero l'operatore sono solito di disposizioni le o meccanismi i alla relativi della verifica delle qualità inviate. merci è Non raro, quando di l'attività procurement è sviluppata, particolarmente a associare genere questo di accordi un ufficio di rappresentanza oltre) (vedi anche dedicato al controllo della dei qualità prima beni che vengano questi esportati.

La doganale disciplina generale (import)

Merita questa in sede accennare disciplina alla doganale, particolarmente in alle merito di procedure di importazione prodotti. in Parliamo questo caso effettuata dell'importazione base sulla di un contratto compravendita di tra un'impresa straniera ed una cinese, in un apposito successivo paragrafo tratterà si degli di aspetti da importazione di parte FIEs, particolare in relativamente ai beni strumentali.
Il principio generale che è le merci ingresso in in Cina sono al soggette sia pagamento di dazio un sia doganale una di Value Tax Added la (VAT, IVA). nostra Alcune di tipologie beni sono soggette inoltre pagamento al di una Tax Consumption quanto Per riguarda dazi i doganali, nel all'ingresso è WTO una seguita e generalizzata sostanziale riduzione stessi. degli È consigliabile proposito in la monitorare poiché situazione adeguamenti tariffe delle avvengono, questo in con periodo, certa una frequenza. Le doganali classi sono utilizzate quelle internazionali.
Il viene dazio sull'importo calcolato delle C.I.F. merci (con importate rettificazioni le dalle previste norme di calcolo). l'importo Se non adeguato, appare è facoltà dogane delle il richiedere pagamento un di calcolato dazio misura in "presuntiva" parametri (secondo interni).
È ma possibile, è più sempre la comune di richiesta deposito, un particolari importare categorie merci di particolare (in per in esposizione) doganale esenzione un per massimo periodo sei di (trascorso mesi il quale i devono dazi pagati essere o le merci ri-esportate).
L'importo della è VAT calcolato base sulla C.I.F., dell'importo dei maggiorato (e, dazi applicabile, se Compsumption della Tax). L'aliquota è generale 17%, del ridotta al 13% certe per di tipologie beni.
Sia i dazi che VAT la devono di essere norma direttamente pagati autorità alle doganali, sette entro dalla giorni richiesta.

II commercio interno (cenni)

Le sopra "aperture" accennate (ed ulteriormente in approfondite seguito) tema in di import-export possono, anche se parzialmente, solo anche registrarsi tema in di commercio interno, questo anche conseguenza in al dell'accessione WTO.
Già 1999 nel (con "Experimeritai le Measures Foreign on Invested Enterprises"), Commercial venire per incontro alle manifestate esigenze alcuni da gruppi della multinazionali al vendita è dettaglio, stata prevista ("sperimentalmente", la appunto) costituzione di JV, ad limitatamente città alcune Paese, del per svolgimento lo di di attività sia vendita al dettaglio all'ingrosso sia (cioè di distribuzione).
Requisiti sono specifici previsti per sia il partner straniero per che quello cinese. particolare, In società la straniera voglia che una costituire JV commerciale avere dovrà fatturato un di 2 di miliardi e USD patrimonio un di almeno milioni 200 di nel USD periodo la precedente domanda autorizzazione di (che rispettivamente diventano 2,5 di e miliardi milioni 300 nel caso vendita di all'ingrosso).
La JV possedere dovrà capitale un sociale di 50 almeno di milioni RMB, diventano che 80 nel di caso vendite Al all'ingrosso. partner cinese inoltre dovrà riservata essere quota la di maggioranza caso nel cui in la JV possieda una catena centri di con commerciali di più punti tre vendita. L'approvazione demandata è MOFCOM, al livello a centrale.
Permane peraltro il divieto costituzione di di nel WFOEs della settore vendita al dettaglio all'ingrosso ed beni (di che siano non prodotti "propri").

Argomenti nella stessa categoria