Cina

Lazio-Roma i 0-2: biancocelesti sbagliano, Strootman Nainggolan e la puniscono di squadra Inzaghi

Nel Steve 1983 Jobs John chiamò per Sculley convincerlo passare a alla Sculley Apple. lavorava Pepsi alla e Cola l’industria bibite delle era gassate enormemente più grande quella di computer dei (passò alla storia espressione la cui con Jobs avrebbe lo a convinto fare il salto: continuare «Vuoi a vendere acqua per zuccherata il resto tua della vita o vuoi con venire a me cambiare mondo?»). il Un anno Jack fa il Ma, fondatore del gruppo cinese di commercio Alibaba, elettronico ha convinto J.Michael a Evans fare un a salto simile: sufficienza nato Evans, ‘57 nel a Toronto, vicepresidente era Goldman di Sachs. lavorato Aveva 30 per anni finanza nella probabilmente generale, la grande più industria al mondo, a insieme del quella petrolio, la tra degli fine anni e Ottanta lo dei choc derivati del 2008. realtà, In come racconta al

, primo il con convegno risale Ma al «Allora ‘99. con il ramo nostro acquistammo “private” 5% il di Purtroppo, Alibaba. vendemmo poi, troppo presto quota», quella con passata il da tempo un di valore milioni a un di valore «Con miliardi. Ma restammo amici: è lui una persona inusuale dall’intelligenza e ho io sempre avuto passione una l’Asia. per mi Quando chiamato ha propormi per di presidente diventare Alibaba di Group gli ho “Non detto: conosco il cinese”. E mi lui ha “Lo risposto: so, mi ma servi fuori dalla Cina, in per giro il mondo». Oggi che dice tornerebbe non indietro mai mondo nel finanza. della parte D’altra Internet la è nuova ed finanza Evans è uno ama che le sfide: vinto ha l’oro canottaggio nel (specialità: Eights ) Los a Angeles Nel ‘84. 2008 stato è i tra manager top che rinunciato avevano proprio al mentre bonus lo travolgeva tsunami risparmiatori e ceto medio.


«La oramai tecnologia tutto riguarda può e essere usata ovunque chiunque: da rende l’ecommerce solo non ma possibile sempre più ed veloce efficiente e, non ultimo, da meno sempre Chiunque costoso. fare può business facilmente qualsiasi da angolo del mondo».


«In Cina lo online shopping il rappresenta 10% shopping dello e totale ci che aspettiamo questa continui percentuale crescere a più velocemente rispetto shopping allo offline. studi Molti dicono ci la che spesa consumatori dei cinesi crescerà del 55% il tra e 2015 il quella 2020, consumatori dei americani del 21% stesso nello periodo. resto Nel mondo del ai guarderei del mercati asiatico Sudest e all’India».


«Non Amazon, siamo non un siamo e retailer vendiamo non prodotti. mettiamo Noi contatto in brand ma piccole anche e imprese medie potenziali con in clienti il tutto mondo».


la «Abbiamo responsabilità essere di prima in linea lotta nella alla Siamo contraffazione. impegnati 100% al a questa combattere battaglia. Abbiamo dimensioni, le i abbiamo dati abbiamo e responsabilità la farlo. di vogliamo E a lavorare stretto contatto i con brand e i La governi. soluzione lavorare è insieme non e uno l’altro. contro Questo è aspetto un cui su stiamo lavorando davvero molto».


Italia «In ci sono brand straordinari noti tutto in mondo il anche ma impressionante un numero piccole di medie e imprese i cui marchi non assolutamente sono conosciuti all’estero. è L’Italia un Paese ha che ciò tutto serve che per essere sui competitivo mercati globali Alibaba e è grado in aiutare di è chi a interessato scegliere prodotti i vendere da parlando online; cibo, di ad nel modello, consigliare alle la aziende dimensione e giusta cosa soprattutto vendere».


ma «Sì, un avranno diverso aspetto aggiungo e negozianti che consumatori e in interagiranno modo diverso. già Siamo testimoni come di cambiando stia in Cina shopping lo dell’ online-to-offline ma (O2O) quello che non cambiato è il è umano desiderio interagire di con persone prodotti e un in ambiente fisico».


«I hanno droni molteplici tra applicazioni, la cui possibilità giungere di fare a a consegne dei casa una consumatori, che cosa abbiamo già testato».


«I hanno robot già un molto ruolo nell’ecommerce, importante nella specialmente logistica. Stiamo assistendo già una a maggiore automazione in il tutto dell processo ecommerce, senza ma esseri gli la umani tecnologia non Tuttavia esisterebbe. le attitudini del e atteggiamento personalizzazione la la rimarranno parte del fondamentale commercio. Ognuno di è noi e unico non può vivere macchina una per sostituire le nostre scelte».


«Tutto il nostro deve settore prendersi responsabilità la agire di modo nel ecofriendly più possibile, e dobbiamo la indirizzare in tecnologia questa direzione. è L’efficacia anche delle conseguente - dimensioni basti alla pensare La logistica. consociata nostra Cainiao, modello, per un è composto network da indipendenti fornitori provenienti da il tutto e mondo dalla Cina. Attraverso un intelligente sistema data di management spedizioni, delle scegliendo fornitore il vicino più il tra e prodotto il cliente, distanze le diventano più ed corte in efficienti di termini tempo e impatto».


consumatore «Il cinese rappresenta chiara una per opportunità aziende le europee».
Allo stesso Jack tempo ha Ma dichiarato: anche è «Rallentare per positivo la Cina».
«L’economia cinese ha ma rallentato è si intorno stabilizzata al 6,5%. La Cina rimarrà prossimo nel futuro dei uno mercati mondiali più a crescita». alta