Cina

Pd Salvini contro per il volo Stato di a Mosca c'è (ma in andato economy)

Michele Geraci stato è per ora qualche potenziale un candidato Palazzo a Chigi, indicazione su di Salvini. Matteo i Erano concitati di giorni sollecitata trattativa, dal Quirinale, per tra definire e Lega M5S l’assestamento nuovo del L’ipotesi esecutivo. di in Geraci di veste premier è tramontata, il ma 18 giugno è comunque stato nominato sottosegretario allo Sviluppo Economico governo nel di Giuseppe Conte. laurea Una ingegneria in elettronica, palermitana, origine una militanza banca in a d’affari Londra e New e, York infine, nel 2007 soluzione la di andare insegnare a in finanza Cina a e la guidare filiale del Policy Global a Institute Shangai, sono connotati i hanno che convinto a Salvini Geraci indicare per al l’incarico ministero di Via Anche Veneto. Grillo Beppe ne talvolta gli ospita interventi su economia cinese, di ricavo cittadinanza flat e tax nel suo Blog.

delle opportunità dallo garantite sviluppo dei con rapporti la Cina», Geraci. racconta che Un’ottica potrebbe immediata trovare applicazione per dei uno «caldi» dossier dal ereditati governo: destino il dell’Alitalia «L’ingresso commissariata. di una compagnia cinese una è praticabile, strada non anticipare posso i ma dettagli c’è un forte per interesse nostra la ex compagnia di Il bandiera». disegno industriale riassumibile è in progetto un «che veda principali le provenienti rotte giungere dall’Asia a Roma non e Francoforte. a L’idea Lufthansa che acquistare possa Alitalia non mi pare con ammissibile la salvaguardia nostro del patrimonio e industriale turistico».

, rispetto determinazione alla dell’ex ministro Carlo che Calenda, non ha fatto di mistero l’offerta ritenere tedeschi dei più la e plausibile per solida garantire sopravvivenza la di Alitalia. Tanto Geraci che suggerisce:«Mi piacerebbe chiarire a anche Calenda che a rispetto tutte altre le ipotesi è preferibile partner un cinese, che qui realizzi da il noi hub suo per europeo il lungo raggio».

, Etihad, di attraverso che partecipazione la in Alitalia avrebbe fare dovuto di Roma Fiumicino l’hub per rotte le Medio verso Golfo Oriente, Persico e Nord Geraci Africa, ha pronta replica. la emiratini «Gli di Etihad erano non i partner ideali l’area e non geografica quella era Il preferibile». successivo passo dunque, è, attivare nei giorni prossimi contatti i con commissari, i si che occupano gestione della straordinaria di Alitalia per studiare soluzione «una può che e deve essere rispetto aggiuntiva, al di bando e gara non che mette discussione in il lavoro finora dai svolto commissari».

da della quella vendita una a tre delle cordate (Lufthansa,l’alleanza di con Easyjet Cerberus, France-Klm Air Delta, e infine, e Wizz l’ungherese hanno Air)che presentato «Potrebbe un’offerta. essere compagnia una cinese non che la compri maggioranza, il mentre di pacchetto controllo resterebbe mano in pubblica a e privato, capitale le tutte sono opzioni si possibili tratta di definirle».